Si torna finalmente in pista. Anche la Fisi dice la sua: basta polemiche. Basterà?

Si torna in pista. Finalmente si potrebbe dire. Da giovedì iniziano le prove della discesa di Crans-Montana, o meglio delle due discese, in programma sabato e domenica. La prima gara nel dopo Olimpiade, la prima gara dove si ritroveranno Sofia Goggia e Federica Brignone (oltre ovviamente a tutte le altre azzurre convocate: Nadia e Nicol Delago, Elena Curtoni, Francesca Marsaglia, Roberta Melesi, Karoline Pichler, Elena Dolmen e la debuttante Monica Zanoner).
Ora, la querelle Goggia-Quario la conoscete tutti, tanto dibattuta tra radio, televisioni e giornali, non entriamo nel dettaglio, perché in fondo saranno le protagoniste a chiarirsi (o a non chiarirsi).
Anche la Fisi che sinora aveva un po’ glissato sulla questione, ha voluto dire la sua con un comunicato dove si legge che La Federazione Italiana Sport Invernali condanna pesantemente le troppe voci che si susseguono da giorni, con toni molto polemici, attorno agli atleti delle Nazionali. Non sono accettabili giudizi personali rivolti ad atleti da persone estranee alla Federazione, così come sono esecrabili giudizi espressi sull’operato federale, da parte di soggetti che non hanno alcuna cognizione di causa. I fatti sono ancor più gravi, se emergono durante un evento di grande rilevanza come i Giochi Olimpici.
Tutto ciò che continua, da giorni, ad essere al centro delle cronache, non porta altro risultato che far crescere la tensione fra atleti e atlete, non permettendo loro di mantenere il massimo della concentrazione verso i rispettivi impegni agonistici e concentrando lo spazio mediatico riservato alle nostre discipline in inutili polemiche che nulla hanno a che fare con lo sport, a scapito invece delle imprese compiute dagli stessi.
Per tali motivi, la FISI pretende che certe affermazioni e toni polemici cessino immediatamente, per lasciare spazio allo sport, ai risultati agonistici e agli obiettivi che gli atleti possono raggiungere prima della fine della stagione.

La FISI, inoltre intende tutelare l’operato della propria Commissione Medica, additata – in modo estremamente grave – di raccontare falsità in merito allo stato di salute degli atleti che ha in cura.
La Commissione Medica federale ha sempre seguito gli atleti con la massima serietà professionale e attenzione, nel rispetto dei dati scientifici e degli esami clinici, assumendosi la responsabilità delle decisioni in merito ai tempi di recupero, a seguito di infortuni, avendo come priorità la salvaguardia dell’incolumità degli atleti stessi. Il suo operato, unito al lavoro di tecnici e fisioterapisti, fa di questo settore una eccellenza italiana nel mondo dello sport. Per tale motivo la Federazione diffida chiunque dal mettere in dubbio la correttezza e la professionalità dell’operato della Commissione Medica FISI e sarà pronta a difenderne le ragioni in ogni sede necessaria.

Altre news

Sopralluogo della Fis a Sestriere

Sopralluogo estivo della Fis a Sestriere. Sono state due giornate di lavoro intense: sono stati esaminati nel dettaglio i vari aspetti organizzativi per arrivare preparati alle giornate di gare. Mancano poco più di cinque mesi all’appuntamento con la Coppa...

Val Gardena: via alla vendita dei biglietti

Via alla vendita dei biglietti per le gare di Coppa del Mondo della Val Gardena, che tornano come da tradizione a metà dicembre. Appuntamento per venerdì 16 e sabato 17 con superG e discesa del circuito maschile. Gli appassionati di...

Elezioni: il 23 luglio tocca a Liguria, Trentino e Alto Adige. Il 30 rinnovo per l’Asiva

Il quadriennio olimpico è finito, ma a differenza del passato cambiano le tempistiche per il rinnovo delle cariche. Le elezioni Fisi si svolgeranno in autunno, prima è tempo di tornata elettorale per comitati provinciali e regionali.  I primi ad andare...

Ambra Pomarè: «La nazionale, un sogno inaspettato»

Fra i nuovi innesti nella formazione azzurra giovanile guidata da Massimiliano Toniut e Gianluca Grigoletto c'è Ambra Pomarè. La 2004 di Cortina d'Ampezzo ha portato a termine una stagione davvero positiva. La veneta infatti si è aggiudicata il Gran Premio Italia...