Dopo la prima gara dell’anno a Zagabria, la Coppa del Mondo maschile fa tappa in Svizzera. E allora tocca alle nevi elvetiche del Cantone di Berna, ad Adelboden prima e successivamente a Wengen, ospitare la massima serie. Sui mitici alpeggi del Kuonisbergli domani il gigante, il quarto della stagione 2018, quindi domenica lo slalom, sempre il numero quattro dell’inverno agonistico. Si apre la stagione delle classiche nei tempi leggendari dello sci: non tanto per i pendii, anche in Italia e in altri Paesi ci sono piste mitiche, ma per la grandezza degli eventi (poi dopo la Svizzera tocca all’Austria) che vengono ogni anno messi in piedi. Ieri è caduto un masso che ha portato via parte della strada. Il gigante è stato a rischio per tutta la mattina, poi è arrivata la conferma che le gare si svolgeranno regolarmente

IL KUONISBERGLI – Intanto come è la situazione della pista? Non bella. La neve, la pioggia e le temperature in leggero rialzo non hanno fatto legare il manto e la barratura non è stata efficace.

ESORDIO HOFER IN GIGANTE – Rispetto alla Badia non sarà della partita Alex Zingerle. Esordio in Coppa del Mondo per Alex Hofer: il portacolori delle Fiamme Gialle è forte dell’ottimo avvio di stagione in Coppa Europa con il podio di Trysil. Quindi ci aspettiamo una  prestazione superlativa da Luca De Aliprandini: è davvero in forma e sulla Gran Risa di La Ila ha fatto vedere di essere da podio. Poi al via Florian Eisath, Manfred Moelgg, Roberto Nani, dolorante alla schiena, Simon Maurberger, Giovanni Borsotti, Riccardo Tonetti.

IN SLALOM PERDIAMO UN POSTO – Dal momento che Andrea Ballerin non è più nei top 60 della disciplina, l’Italia delle porte strette perde un posto in slalom. Al via allora Manfred Moelgg, Stefano Gross, Cristian Deville, Patrick Thaler, Giuliano Razzoli, Tommaso sala, Federico Liberatore e Fabian Bacher.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.