Roberta Midali: «Sugli sci a luglio, conto i giorni…»

Dopo Federica Sosio e Karoline Pichler, ecco qualche aggiornamento sulla bergamasca operata al ginocchio sinistro a gennaio 2016

0
Roberta Midali durante la fase di riabilitazione

Concludiamo la nostra carrellata sulle sfortunate atlete nate nel 1994, infortunate tutte al ginocchio, da Sosio a Pichler fino ad arrivare, appunto, alla bergamasca Roberta Midali. L’ex campionessa italiana di slalom (2015) è stata sottoposto a intervento chirurgico lo scorso gennaio dopo la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro. Ecco le sue impressioni tre mesi più tardi.

PAROLA A ROBERTA – «La riabilitazione procede per il meglio – ci dice – ho sempre fatto sedute di fisioterapia tutti i giorni, seguite poi da sedute in palestra con il mio preparatore, Daniele Bosio, intercalate a lavori in acqua. Adesso sono passati più di due mesi e mezzo, mi sono accorta di non fare nemmeno più caso a quale sia la gamba operata. Oltretutto in questo periodo di “riposo forzato” ho potuto lavorare sui alcuni particolari a cui prima non avevo dato tanto peso, per esempio sul gesto perfetto da eseguire, anche se ovviamente ho fatto tutto senza carichi. Prevedo di rimettere gli sci a inizio luglio, sto facendo il conto alla rovescia…».