Zauchensee: discesa a Gut-Behrami, Goggia cade e finisce nelle reti

Si attendeva un’altra perla di Sofia Goggia e invece ad Altenmarkt a sorridere è l’elvetica Gut-Behrami. L’azzurra invece fa preoccupare e non poco i tifosi perché cade rovinosamente a terra e finisce nelle reti, quando stava conducendo un’altra gara di primissimo livello ed era in netto vantaggio nei confronti della tedesca Kira Weidle, in testa fino a quel momento. La bergamasca ci ha messo un po’ a rialzarsi, ma poi ha raggiunto il traguardo sulle sue gambe e, diciamolo, anche a buona velocità. Qualche controllo dal fisioterapista, nessuna grande preoccupazione per l’azzurra, leader della Coppa del Mondo di discesa. 

Sofia Goggia ©Agence Zoom

Così Lara Gut-Behrami, da poco rientrata alle gare, ha sfruttato l’occasione e con una bella prova si è presa la vittoria di misura (errore sul finale che avrebbe potuto costare molto), mettendosi dieci centesimi davanti alla tedesca Weidle, alla fine seconda. Terzo gradino del podio per l’austriaca Ramona Siebenhofer, a 44/100. 

L’Italia, subito in apprensione per le condizioni di Sofia, non sale sul podio ma lo sfiora per due volte, grazie alle bellissime prestazioni di Nadia Delago e Federica Brignone, che sfruttano le rispettive qualità (la prima di scorrimento, la seconda di curva) per chiudere al quarto e al sesto posto. 

Nicol Delago ©Agence Zoom

Per la gardenese si tratta del miglior risultato in carriera, che potrebbe definitivamente valere un pass per i Giochi Olimpici di Pechino, all’interno di una squadra in cui di certezze ce ne sono al momento quattro (Brignone, Goggia, Bassino, Curtoni). Per Brignone un test fondamentale in vista del superG di domani. 

Appena fuori dalle prime dieci posizioni Nicol Delago ed Elena Curtoni, a 1”30 e 1”35 dalla vetta. Diciannovesima Francesca Marsaglia, Roberta Melesi chiude a oltre quattro secondi. Corinne Suter si ferma al settimo posto, Ester Ledecka non va oltre l’ottava posizione. 

LEGGI ANCHE

LE ULTIME NOTIZIE