Doppietta svizzera in Val d’Isere, seconda Suter. Terza Yurkiw; 19a Curtoni

E fanno due vittorie in due giorni, cinque in discesa, quindici in totale nel circuito. Classifica generale completamente riaperta. Lara Gut esce lanciatissima dalla Val d’Isere e dopo la combinata alpina si prende anche la libera sulla Oreiller-Killy (vi aveva già vinto nel 2012), grazie anche all’errore di Lindsey Vonn, fuori per la terza volta negli ultimi quattro anni su questa pista per via di una spigolata a metà tracciato. Italia molto male, alla peggior gara stagionale in velocità. Unica consolazione, il primo punto in Coppa del Mondo per la 19enne gardenese Nicol Delago, 30esima.

GARA – Pista relativamente semplice; da curare principalmente la ‘curva del telefono’ e la compressione, che però ormai non crea più problemi. Per il resto si resta tanto in posizione di ricerca della massima velocità, sulla OK. Lara Gut sfrutta l’occasione alla grande, forse sciando anche meno bene rispetto alla combinata, ma chiudendo senza errori in 1’44”51. Distacchi corti. Seconda, ancora sul podio dopo Lake Louise 2, è Fabienne Suter, a 0”16, lasciati solo nel tratto finale, quello di pura scorrevolezza. E’ ora in testa con 200 punti, ex aequo con Vonn, alla classifica di discesa. Terza Yurkiw a 0”41, conferma dopo la ‘vittoria’ platonica nella prima prova cronometrata, al secondo podio in Coppa dopo il 2° posto a Cortina 1 nel gennaio 2015 dietro Elena Fanchini. Quarta, sempre molto costante, Huetter, a 0”43. Quinta una ritrovata Weirather, da cui però era lecito aspettarsi di più in Val d’Isere, ex aequo con Corinne Suter, al ‘best’ nel circuito. Settima Schmidhofer, ottava Puchner, al miglior risultato in Coppa, nona Miklos, decima Ross. Squalificata Miradoli, sono uscite solamente in tre, tra cui Lindsey Vonn, che era in vantaggio quando ha spigolato su un dosso e poi ha rischiato grosso, riuscendo a controllare l’uscita con grande potenza. Niente aggancio a Proell a quota 36 vittorie in discesa. Solo rimandato…

ITALIA – Oggettivamente molto male oggi, ricordando però quanto meno l’assenza di Nadia Fanchini, la migliore a Lake Louise, per ‘conservarla’ fisicamente in vista del gigante di Courchevel di domenica 20 dicembre. La migliore è Elena Curtoni, 19esima, giusto davanti a Francesca Marsaglia, a 1”60 e 1”64; 27esima Stuffer, 29esima Elena Fanchini, 30esima Nicol Delago, dopo il 17esimo posto in combinata alpina: primi punti per lei in discesa alla quarta gara in Coppa.

Boooom… Slalomista 🙂 Posted by Lara Gut on Venerdì 18 dicembre 2015

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.