Un devastante Noel sbanca la Aloch. Non brillano i nostri. Kastlunger il migliore, 13°

FASSA LIVE – Che spettacolo. Un puro spettacolo. E si, perché oggi la Aloch è davvero esigente. Duro ma con grip il manto ladino, ancora più severo perché non permette errori. Anche i big si piantano sugli angoli del muro, anche i più forti accennano frenate per correggere le linee, anche i migliori interpreti dello slalom del circuito continentale soffrono una pista che si segna dopo pochi passaggi proprio per le calcate possenti dei concorrenti. Ci si aggrappa alle lamine e si lotta. E’ una battaglia. L’unico che non fa una piega e che scia solido, in accellerazione, sempre dinamico, è Clement Noel. Il francese allenato dal nostro Simone Del Dio recupera dalla seconda posizione (davanti c’era nella prima frazione lo statunitense Benjamin Ritchie) e vince alla grande. Dopo il trionfo in Val d’Isere, il transalpino concede subito il bis nello slalom di Coppa Europa a Pozza di San Giovanni di Fassa .

Steen Olsen ©Ralf Brunel

STEEN OLSEN E SEYMOUR SUL PODIO – E che distacchi ragazzi oggi sulla Aloch. Secondo ecco il norvegese Aleksander Steen Olsen, vincitore ieri Obereggen sempre fra le porte strette, che si becca 1.15 dal fuoriclasse francese.Terzo lo statunitense Jett Seymour a 1.25. Distacchi significativi, a dimostrazione della forza di Clem. Quarto l’ottimo belga Armand Marchant, quinto il tedesco David Ketterer, sesto il bulgaro Albert Popov. Srettima piazza per lo svizzero Marco Rochat, quindi ecco a chiudere la top ten il britannico Lauris Taylor ed i tedeschi Fabian Himmelsbach e Anton Tremmel.

Jett Seymour ©Ralf Brunel

SALA, SACCARDI E VACCARI DERAGLIANO, GROSS NON PARTE NELLA SECONDA – Stefano Gross non è partito nella seconda manche. Era già in forse, dopo la prima sessione ha deciso di non presentarsi al cancelletto. Ha tosse e mal di testa Sabo: covid escluso comunque dopo una raffica di tamponi. Il migliore dei nostri è il marebbano Tobias Kastlunger. Il portacolori della squadra azzurra B ripete la buona gara di Obereggen: a Pozza termina 13°, un segnale più che discreto. Ma peccato per gli altri. Tommaso Sala, nono dopo la prima manche, attacca a tutta ma nella seconda sessione deraglia. Poteva essere davanti il brianzolo, davvero in palla dopo il 12° posto della Coppa del Mondo in Val d’Isere. Non si qualificano per la seconda manche gli esordienti in Coppa Europa Stefano Pizzato e Federico Romele. Quindi Jonas Bacher. Out nella prima manche Federico Liberatore, Stefano Cordone, Leonardo Rigamonti, Gabriele Sartori, Manuel Ploner e Damian Hofer.

Tobias Kastlunger ©Ralf Brunel

Escono dal tracciato trentino anche Tommaso Saccardi: il parmense della squadra B, si era classificato 26° nella prima manche. E fuori anche l’altro B, Hans Vaccari. Chi invece si infila nella top 30 al 26° posto è Matteo Canins, il badiota in forza alle Fiamme Gialle. Appena fuori dai 30, troviamo l’azzurrino Corrado Barbera: il cuneese chiude 33°. L’altro C Gianlorenzo Di Paolo è 37°. Quindi 43° Andrea Bertoidini del Lecco: il 2003 era all’esordio nel circuito continentale in questa due giorni italiana.

GUARDA LA CLASSIFICA DELLO SLALOM DI COPPA EUROPA DI POZZA DI FASSA 

Tommaso Sala ©Ralf Brunel

 

LEGGI ANCHE

LE ULTIME NOTIZIE