Arrivano i primi forfait per l’opening stagionale di Soelden. Jean-Baptiste Grange ha annunciato nei giorni scorsi che il prossimo 26 ottobre non sarà al cancelletto di partenza della gara austriaca. Il transalpino, in occasione della presentazione delle squadre nazionali di Parigi, ha detto di essere troppo indietro nelle ‘standing’. «In gigante sono 150° al mondo e partirei con un pettorale troppo alto – ha riferito a SkiChrono -. Aspetterò le gare di Coppa Europa per fare qualche punto e avanzare in classifica, intanto mi concentro sulla preparazione dello slalom di Levi».

WORLEY IN DUBBIO – Tessa Worley, rientrata da pochi mesi dall’infortunio al ginocchio, non ha invece ancora preso una decisione in merito: «Ho recuperato va molto bene, ma non sono ancora dove vorrei essere – ha riferito sempre al Media Day parigino -. Vorrei andare anche se non sono al 100%, quello che conta sono i prossimi giorni di sci».

Articolo precedenteAlto Adige diviso fra Wittenburg e Hintertux
Articolo successivoIrene Curtoni, obiettivo Soelden
Andrea
REDATTORE - Dopo un trascorso da maestro di sci e allenatore, ha deciso di intraprendere un nuovo percorso nel giornalismo e nella comunicazione, unendo la passione per lo sport al lavoro. Dal 2013 collabora con la nostra rivista, occupandosi dapprima del mondo giovanile e di Reparto Corse, passando poi a seguire sul campo anche eventi di Coppa del Mondo, Campionati Mondiali e Coppa Europa. È giornalista e fotografo a tutto campo e porta avanti un'agenzia di comunicazione specializzata nello sport e negli eventi: ciclismo, mountain bike, sport invernali e trail le discipline più seguite.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.