Prima manche terzo slalom: seconda Loeseth, terza Kirchgasser. Italia male

Quando il gatto non c’è…. Grande chance oggi, si era detto, in contumacia di Mikaela Shiffrin (anche Sara Hector) e manche estremamente combattuta in Svezia, con due (relative) sorprese là davanti: Petra Vhlova, slovacca in realtà annunciata in grandissima forma e Nina Loeseth, brava dopo il miglior risultato della carriera in gigante ottenuto ieri. Ma in 1”05 sono in nove e la gara è comunque aperta a ogni soluzione.

SLALOM – Terzo slalom stagionale, nona gara in assoluto della stagione donne 2015-2016. Pendio facile per i ‘rapid gates’ ad Aare, praticamente tutto sul piano (con onde e dossi) fino al muretto finale. Tracciato regolare disegnato da Steharnik (Slovenia), che necessita una manche all’attacco, ma anche estrema leggerezza nella sciata dato il tipo di neve. La slovacca Vhlova, classe ’95, scesa con il 19, reduce da due ottime gare ad Aspen e da una vittoria e due podi in Coppa Europa, ha realizzato la miglior manche di una carriera che si annuncia assai promettente e che già vanta in bacheca un oro mondiale jr. nella disciplina a Jasna 2014. Ora vedremo se sarà in grado di reggere la pressione della prima volta là davanti. Per lei tempo di 51”70, ventotto centesimi meglio di un’ottima Nina Loeseth. Terza una ritrovata Kirchgasser, brava dall’inizio alla fine, staccata di 0”58. Le grandi attese, Strachova, Hansdotter, Velez Zuzulova e Pietilae-Holmner sono tutte lì, rispettivamente in quarta, quinta, settima e ottava posizione (in mezzo la Holdener), ma da loro era lecito attendersi la vera lotta per la prima posizione. Per carità, possono tutte rimontare nella seconda parte di gara. Nelle dieci anche Wikstroem e Thalmann. Uscite, tra le altre, Swenn-Larsson, Mielzynski e Gagnon. Neve dura, con buona tenuta, chance importante per tutte le atlete con pettorale alto.

ITALIA – Male Chiara Costazza, partita bene, ma poi subito all’errore dopo poche porte, errore che le ha fatto perdere velocità sul piano. Per lei distacco pesante di 2”56. La migliore è Moelgg, 14esima a 1”73. Irene Curtoni è 19esima a 2”12.

Seconda manche alle 13.30, diretta su  RaiSport1 ed Eurosport1. 

Lights on at World Cup Åre for 3rd SL of season. Perfect conditions for a stunning race to come: start at 10:30 & 13:30 CET! #fisalpine
Posted by FIS Alpine World Cup Tour on Sabato 12 dicembre 2015