Schnarf: ‘Mi sono tolta un peso dalle spalle’

Verso Val d’Isere – Hanna ‘rinata’ a Lake Louise guarda avanti

Una medaglia olimpica sfiorata a Vancouver 2010 (quarto posto in superG), il primo podio in Coppa del Mondo subito dopo (seconda a Crans Montana, 1 centesimo dietro Lindsey Vonn), una buona stagione 2011-2012, con tante top 10 e un’occasione d’oro buttata in superG a Bad Kleinkirchheim.

CRACK – Poi, proprio nel momento migliore della carriera, l’infortunio per una caduta a Ushuaia, sulla neve marcia, settembre 2012, durante l’ultimo giro in gigante, una beffa nella beffa. Stagione 2012-2013 saltata in toto, due operazioni, tanto dolore,  ginocchio che non ne vuol sapere di guarire. CI sono voluti tre anni, di fatto, ma ora, finalmente, Johanna Schnarf può dirsi definitivamente a posto e in grado di completare una preparazione senza intoppi fin dalla scorsa primavera, come effettivamente avvenuto. Risultato, a Lake Louise è arrivato un quarto posto in superG che in Coppa del Mondo è il suo migliore risultato nella disciplina.

MACIGNO – «Mi è caduto un macigno dalle spalle – ci dice la simpatica Hanna, da Valdaora, sotto il passo Furcia e Plan de Corones, Sud Tirol -. Per personalmente ci voleva tanto un risultato del genere. Sapevo che stavo sciando bene fin dagli allenamenti a Copper Mountain, ma poi serve il conforto della classifica…  In discesa invece non ‘è andata come volevo, nella prima in Canada ero lì con le migliori, poi ho sbagliato; nella seconda non stavo sciando bene e sono caduta in fondo, sul salto, per fortuna senza conseguenze. Ma non volevo andar via da Lake Louise così, senza risultati, visto che la forma era buona. Il quarto posto mi dà tantissima fiducia per le prossime gare, sono lì a 14 centesimi dal podio, non manca molto per raggiungerlo. Val d’Isere? Spero nella neve bella. In discesa sono stata quinta su quella pista, ma tanti anni fa. Per la combinata non ho sciato tantissimo in slalom, quattro giorni in tutto, ma non andava neanche male. Dipende dalle manche, se ne azzecco una… tutto è possibile».

…Lake Louise, we are friends again!! ?? jjiiihaaaa, happy with my 4th place in super-g!! ? Danke in olla wos olm hinto… Posted by Hanna Schnarf on Lunedì 7 dicembre 2015

Altre news

Flavio Roda nominato vice presidente della Fis

Prima riunione a Zurigo del nuovo Consiglio della Fis. Il presidente della Fisi, Flavio Roda, rieletto in consiglio con il maggior numero di consensi (114), è stato nominato vice presidente, insieme al ceco Roman Kumpost, al giapponese Aki Murasato...

Trentino, nello staff arrivano Menegalli e Ferrari

l settore sci alpino del Comitato Trentino della Fisi ha un nuovo staff tecnico per la stagione sportiva 2022/2023. Il riconfermatissimo direttore tecnico Matteo Guadagnini, con una rilevante esperienza internazionale, ha creato un nuovo gruppo di lavoro con allenatori...

Innerhofer ad agosto sugli sci. Intanto bici e atletica

Fra i vari big degli sporti invernali al via della 35a edizione della Maratona Dles Dolomites c'era anche Christof Innerhofer. Classe ''84, altoatesino di Gais, si è cimentato nel percorso medio di 106 chilometri e 3000 metri di dislivello....

A luglio tempo di elezioni anche in AOC e FVG

Dopo Alto Adige, Trentino, Liguria e Asiva, altri due comitati hanno fissato le date delle assemblee elettive. Sarà proprio il Comitato Alpi Occidentali ad aprire la tornata elettiva, visto che l’appuntamento sarà il 22 luglio nella Sala Convegni Coni a...