Peter Gerdol ©www.fis-ski.com

Promozione sul campo. Peter Gerdol dopo cinque anni da coordinatore del circuito di Coppa Europa è stato nominato chief race director della Coppa del Mondo femminile, al posto di Atle Skaardal. che resta comunque nello staff come techncial expert alpine. Un mondo dunque che conosce bene, ma resta comunque una nuova avventura per il tarvisano.

«Interessante e stimolante. Molte piste le conoscevo già, ma voglio fare un ‘giro’ in tutte le stazioni per avere ben chiaro il quadro della situazione. Sinora non ho trovato grosse sorprese, le ispezioni sono un po’ le stesse delle Coppa Europa, si tratta soprattutto di dettagli. Di sicuro in questo primo inverno punto sulla continuità, poi dopo l’esperienza sul campo vedrò se cambiare qualcosa di più».

Finali a Cortina?
«Direi che siamo ai dettagli, anche perché la macchina è collaudata. Si tratta soprattutto di definire al meglio l’integrazione con il programma maschile anche in vista dei Mondiali».

Prossime tappe?
«Sarò ad agosto in Austria, poi a settembre sulle Alpi di Nord-Ovest anche perché ci sono due ritorni importanti in Italia nella prossima stagione di Coppa del Mondo: il 3 settembre incontrerò gli organizzatori a Sestriere e il 6 quelli di La Thuile. E sempre a settembre andrò anche io in Cina con Waldner: è vero che i test sono solo maschili in questa stagione, ma sarà importante valutare bene le piste in chiave olimpica per le prove femminili».

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.