Manuela Di Centa domani a Santa Caterina per 'Sciare per la Vita'

Continua il tour di Manuela Di Centa, che ha illustrato al Comitato Alpi Centrali nella sede di via Piranesi a Milano il suo programma a cinque cerchi, i  punti programmatici da cui partire per rinvigorire la Federazione nei 4 anni che ci separano delle Olimpiadi. Secondo Manuela si parte dalla  valorizzazione della base, La ex parlamentare, ha deciso di mettere la propria esperienza al servizio degli Sport Invernali.

‘FISI DI TUTTI’ – La Di Centa auspica una Federazione ‘per tutti e di tutti’,  che riparta dalla base e che sia 2.0, trasparente e veloce. Con la sciolina giusta… Ognuno dal pc potrà seguire cosa dice il proprio delegato o i risultati delle gare.  Informazioni interessanti che colpiranno l’attenzione dei social network e degli appassionati nel senso più ampio del termine, forse tutti quelli che si emozionano alla prima nevicata. Ma sentiamola: «Mi piacerebbe che gli sport invernali in un paese alpino come il nostro tornassero a coinvolgere il mondo della scuola a tutti i livelli.  Per gli studenti che fanno sport ci dovrebbero essere dei crediti invece che delle bocciature perché lo sport è scuola di vita. Dobbiamo recuperare credibilità a livello internazionale. Penso che la mia esperienza di atleta e di dirigente possa essere utile alla causa. Ci metterò tutta la mia competenza, la mia conoscenza, la mia passione per far si che le società sportive abbiano un ruolo centrale e fondamentale».

DOMANI A ‘SCIARE PER LA VITA’ CON LA COMPAGNONI
– Manuela ha incontrato gli scorsi giorni anche gli amici della Val d’Aosta e del Piemonte e domani arà con  Deborah Compagnoni che ha organizzato l’evento Scia con i Campioni  12° Memorial Barbara Compagnoni a Santa Caterina Valfurva, proprio in  concomitanza con la giornata “Peace and Sport” indetta dal Cio.