Livigno Live – Un addio o un arrivederci fra i due al gigante tricolore?

A Livigno forse un addio, probabilmente l’ultima occasione di confronto, di dialogo in questi ruoli. Il direttore tecnico Claudio Ravetto aveva annunciato nelle scorse settimane che sarebbe intenzionato a cambiare ruolo. Attenzione, non andarsene dall FISI, ma fare qualcosa di diverso. Alla conferenza stampa delle Olimpiadi a Rosa Khutor il presidente Flavio Roda aveva annunciato che probabilmente si sarebbero creati dei direttori sportivi per macroaree. Questo allora il nuovo ruolo del biellese? Ad esempio allo sci alpino? Vedremo. Intanto fra le due manche del gigante dei Campionati Italiani Assoluti oggi scambio di battute, pacche sulle spalle e ricordi fra il dt e il due volte medagliato a Sochi Chriostof Innerhofer. Eccolo Inner: «Potrebbe essere l’ultima occasione insieme. Claudio è stato prima allenatore e poi direttore tecnico in questi anni dove ho collezionato preziosi successi. Che dire? E’ un tecnico che stimo». Lo ritroviamo al termine della seconda manche Innerhofer, sempre con il sorriso sulle labbra e circondato da tifosi e appassionati. Scorge ancora Ravetto e parte un simaptico siparietto dove finge un pianto fra il triste e il nostalgico : «Che dire…avrei voluto dedicargli un’altra medaglia, questa del gigante tricolore…», continua e se la ride, «Ma visto la prima manche dove ero attardato, sono dovuto uscire all’ultima porta della seconda per non alzare di nuovi i punti in questa disciplina. E adesso? Ho diversi impegni, non prenderò parte alla velocità dei tricolori a Santa Caterina. Intanto domani pomeriggio sarò ad un evento della Gazzetta a Milano».