©Facebook Petra Vlhova

Dietro il successo di Petra Vlhová c’è la mano di Livio Magoni. Adesso la slovacca vince anche in gigante. «Mi aspettavo un risultato anche qui, onestamente oggi le condizioni non erano quelle ideali per lei. Anche se abbiamo lavorato moltissimo sui materiali, sul set-up giusto per qualsiasi tipo di neve. Per vincere in Coppa del Mondo servono ormai i minimi dettagli e noi, anche siamo solo in tre, ci proviamo».
Quanto hai lavorato in più in questi mesi sul gigante?
«Abbiamo insistito su certi movimenti già in estate. Non direi che abbiamo fatto un lavoro specifico sul gigante, piuttosto su un certo tipo di curva che alla fine sia performante in entrambe le specialità. Adesso sta assimilando al meglio queste novità».
Una vittoria che è anche una bella botta al morale.
«Non devo certo ricordaglielo, lei ha una mentalità forte, con i piedi per terra e sa benissimo che domani sarà un altro giorno e un’altra gara. Certo l’euforia è palpabile: questa di Semmering è una vittoria storica per lo sci slovacco, la prima in assoluto in un gigante di Coppa del Mondo».

1 COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.