LIVE – Spettacolo a Campiglio: Hirscher sbaglia, ma vince di misura. Svizzera in festa, l’Italia manca il podio: settimo Moelgg

Secondo gradino del podio per uno strepitoso Luca Aerni, terzo Kristoffersen, vincitore delle precedenti ultime due edizioni

0
Il podio dello slalom di Campiglio ©Agence Zoom

Brividi ed emozioni, fino all’ultima porta. Come quelli che hanno attraversato il corpo di Marcel Hirscher dopo quel grave errore nella parte alta. Campiglio e lo slalom ‘by night’ hanno regalato suspence fino all’ultimo e anche la vittoria numero 49 del folletto salisburghese. Uno slalom davvero tirato e incerto fino all’ultimo, che alla fine ha premiato ancora una volta lui, il vincitore delle sei sfere di cristallo, oggi tornato umano. Ha sbagliato anche lui, ma dopo aver tirato curve a tutta velocità nella parte alta che lo avevano portato ad avere quasi 7/10 di vantaggio. Poi l’errore, ma quella voglia e cattiveria di provare e insistere, lo hanno portato ancora una volta al successo. In una gara tiratissima che, lo ripetiamo, ha regalato uno spettacolo davvero unico.

Marcel Hirscher ©Agence Zoom

BRINDA LA SVIZZERA – Ed è grande festa in casa Svizzera perché Luca Aerni con una seconda manche quasi perfetta, riesce a inserirsi in mezzo a due mostri dello slalom: Hirscher e Kristoffersen (terzo). Anche la sua prestazione è incerta fino all’ultimo, chiude con un ritardo di 4/100 dall’austriaco, ma lascia tanto amaro in bocca al norvegese Henrik Kristoffersen, che deve accontentarsi del terzo posto, a cinque centesimi da Hirscher e a uno da Aerni. Non molto contento sul traguardo, il vincitore delle edizioni 2015 e 2016. Il capolavoro degli elvetici non si chiude qui, perché al quarto posto c’è Daniel Yule, staccato di 7/100. Quinto l’austriaco Manuel Feller, in recupero di quattro posizioni e rapidissimo nelle ultime dieci porte.

Luca Aerni ©Agence Zoom

ITALIA FUORI DAI GIOCHI – In una seconda manche così tirata non si poteva sbagliare nulla, neanche la spinta fuori dal cancelletto di partenza. Tutti racchiusi in una manciata di centesimi. Curve a volontà, pista un po’ più segnata. Una pista ricca di insidie che ha messo fuori dai giochi diversi atleti. Manfred Moelgg non riesce a salire sul podio e chiude con un settimo posto, a 45/100 e con una discesa un po’ sporca: perde tre posizioni. Ne guadagna tre Stefano Gross, che conclude al nono posto, a 55/100. Ma il bottino azzurro è magro perché oggi ci si aspettava il podio.

Manfred Moelgg ©Agence Zoom

AZZURRI A SECCO – Se il settore femminile ha iniziato a ingranare, quello maschile non riesce ancora. Fatica e rimane ancora a secco in questa stagione. Sotto l’albero di Natale non è arrivato il podio da nessuna disciplina. È però anche vero che Manni Moelgg esce da un periodo non felice per i risultati e il settimo posto di oggi è per certo una nuova iniezione di fiducia.

CLASSIFICA UFFICIALE