La gioia di Luca Confortola, Giovanni Mizzoni, Andrea Cailotto e Giacomo De Marchi ©Gabriele Pezzaglia

Una manche, poi due, quindi la terza. Selezione infernale: da 70 a 32. Meno della metà, per accedere alla prova degli archi di sabato che promuoverà i 10 che accederanno definitivamente al Master Istruttori Nazionali di sci alpino 2017. Tensione, ansia, paura. E poi per 32 è gioia, entusiasmo, calore. Oggi a Livigno, sulle nevi del Federia al Carosello 3000, il gigante, ossia la prima prova di questa selezione. Il cronometro, le curve, la pendenza. E poi l’adrenalina, il combattimento in pista, la guerra fra le porte larghe. I migliori tempi sono stati segnati da Giovanni Mizzoni e Giacomo De Marchi che hanno fatto segnare lo stesso tempo (48.51). Entrambi nella prima  batteria. Erano 22 per tre batterie gli uomini: sei subito promossi nella prima frazione, poi nella seconda sessione i primi tre. Per i migliori quarti ecco la terza manche: al via in tre, dentro in due. Per la batteria femminile miglior tempo di Andrea Cailotto, subito dentro. Poi la seconda manche e la terza donne qualificano altre due. Ma ecco l’elenco completo di chi ha superato la prova del gigante.

DOPO LA PRIMA MANCHE – Andrea Cailotto (best time donne batteria 1), Giovanni Mizzoni e Giacomo De Marchi (best time seconda batteria), Davide Brignone, Pietro Fontana, Alessandro Bossi, Timothy Bonapace, Luca Confortola (best time terza batteria), Jacopo Di Ronco, Mirko Verra, Davide Crepaz, Davide Ciminelli, Filippo Romano, Nicolò Colombi (best time quarta batteria), Alberto Parola, Francesco Bertolini, Riccardo Croese, Giovanni Dal Maschio, Daniel Dejori.

Jacopo Di Ronco e Nicola Quaquarelli dopo la prima manche ©Gabriele Pezzaglia
Jacopo Di Ronco e Nicola Quaquarelli dopo la prima manche ©Gabriele Pezzaglia

DOPO LA SECONDA MANCHE – Chiara Petrucci, Fabio Carbone, Nicola Quaquarelli, Maurizio Magatelli, Giovanni Manfrini, Alessandro Speranzoni, Federico Poncet, Mathiu Boldrini, Alberto Vietti e Nicola Otelli. 

Manfrini, Poncet e Speranzoni, vittoriosi dopo la seconda frazione ©Gabriele Pezzaglia
Manfrini, Poncet e Speranzoni, vittoriosi dopo la seconda frazione ©Gabriele Pezzaglia

DOPO LA TERZA MANCHE – Valeria Poncet per la batteria femminile, poi ecco Davide Marchetti Davide Fumagalli.

L'esultanza di Valeria Poncet e Chiara Petrucci @Gabriele Pezzaglia
L’esultanza di Valeria Poncet e Chiara Petrucci @Gabriele Pezzaglia

DI DIRITTO AGLI ARCHI – Accedono di diritto alla prova degli archi di sabato in quanto sono o sono stati nei 50 al mondo Sabrina Fanchini, Michela Azzola e Sara Pardeller. Direttamente al corso Master essendo nei 15 al mondo Verena Stuffer.

Gli Istruttori in pista Edoardo Zardini e Claudio Tiezza ©Gabriele Pezzaglia
Gli Istruttori in pista Edoardo Zardini e Claudio Tiezza ©Gabriele Pezzaglia

I SEI ISTRUTTORI IN COMMISSIONE – La commissione degli Istruttori, oggi in pista a vigilare sul gigante e che entrerà in azione da oggi per seguire e valutare la prova degli archi è composta da: Oriano Rigamonti, Christian Castellano, Edoardo Zardini, Claudio Tiezza, Andrea Savoldelli, Luca Liore. Riserve: Iwan Bormolini, Giorgio Rocca e Omar Longhi. Per volere del direttore tecnico degli Istruttori Nazionali di sci alpino Giacomo Bisconti e del presidente Dante Berthod, come l’anno scorso, anche sabato il voto sarà palese per la prova degli archi.