La Valle d'Aosta appoggia la candidatura di Morzenti

Ecco le dichiarazioni del presidente Borbey e dei candidati consiglieri

Riscuote consensi il presidente uscente della Fisi e candidato alla massima poltrona federale per il quadriennio 2010-2014, Giovanni Morzenti, ad Aosta per presentare il programma elettorale. Sala normalmente destinata alle riunioni del direttivo Asiva gremita, ieri sera, dai Consiglieri dell’Associazione valdostana e da tanti presidenti e rappresentanti degli Sci club della Valle d’Aosta. Presenti anche i candidati alla carica di Consigliere Federale. Per l’Assemblea elettiva programmata per il 24 aprile, al Lingotto di Torino sono stati indicati: Dante Berthod, espresso dal Consiglio direttivo Asiva e dai Presidenti dei sodalizi valdostani, e il colonnello Marco Mosso, designato dai Gruppi sportivi dei Corpi militari dello Stato. Dante Berthod ha sottolineato l’importanza di garantire la continuità alla linea di risanamento perseguita dal presidente Morzenti, che: “Ha già permesso di dare una nuova spinta alle attività dei Comitati regionali e degli Sci club aderenti alla Fisi.”
Il presidente, Riccardo Borbey, ha indicato i punti salienti sui quali il Comitato Fisi Asiva fonda il suo sostegno alla candidatura Morzenti. “In primo luogo – ha detto Borbeychiediamo maggior attenzione da parte della Fisi nei confronti sia dei nostri tecnici, sia dei nostri atleti nella composizione delle squadre. Da ultimo, ma altrettanto importante, l’impegno convinto a sostenere l’assegnazione per la nostra Regione di gare di Coppa del Mondo.”
Nel corso della riunione si sono anche pronunciati a favore della riconferma di Giovanni Morzenti, Renzo Bionaz, vice presidente Asiva e vice presidente operativo del Comitato organizzatore dei primi Giochi invernali Mondiali Militari, e Ottavio Bieler, Responsabile regionale Asiva per lo Sci Alpino.
Condivido il sostegno a Morzenti, amico della Valle d’Aosta – ha dichiarato Renzo Bionaz -, perché credo lui saprà tenere in considerazione i nostri tecnici, che sono di grande valore e anche le ricandidature delle nostre istanze per le manifestazioni mondiali, anche in considerazione dell’ottimo successo dei recenti Mondiali Militari.
Ottavio Bieler, a sua volta, ha sostenuto: “I successi ottenuti in Coppa del Mondo e la medaglia d’oro di Razzoli a Vancouver sono anche merito delle scelte effettuate dal presidente Morzenti. La sua riconferma è una garanzia per la continuità del risanamento e, contemporaneamente, del rilancio dei settori agonistici degli sport invernali.
 

Altre news

Settembre, mese di elezioni nei Comitati regionali. Nuova assemblea in FVG?

Un mese intenso per le elezioni del rinnovo dei consigli regionali della Fisi. Il 3 settembre si apre a Milano (all’Auditorium Testori del Palazzo Regione Lombardia) e a Roma (nel Palazzo delle Federazioni Sportive) con le assemblee elettive di...

Uk Sport taglia i fondi, gli inglesi della neve tremano e Ryding lancia un crowdfunding

Quale futuro per gli sport invernali britannici? Non roseo, come ha comunicato la stessa GB Snowboard (Federazione) ai suoi atleti. Sci alpino, fondo e nordico paralimpico non sarebbero più ritenuti idonei, dalla UK Sport, per ricevere i finanziamenti del...

Nello skiroom azzurro di Landgraaf

Ore e ore dietro agli sci. Lo fanno sempre, a maggior ragione quando sono in raduno negli skidome, dove il filo si mangia in fretta. Lavoro frenetico per gli skiman, che a volte non hanno avuto neppure il tempo...

Il ritorno di Peterlini: «Tanto, ma tanto lavoro dopo due operazioni»

«Sono tornata». Martina Peterlini ha rimesso gli sci ai piedi nei giorni scorsi. Lo ha fatto dopo un lungo stop, durato quasi otto mesi da quel 16 dicembre dello scorso anno, quando nello slalom di Coppa Europa di Valle...