Il gran giorno di Andreja Slokar: prima nel parallelo di Lech. Quarta Marta Bassino

Stjernesund-Slokar, la norvegese e la slovena partivano agli antipodi nel tabellone finale del parallelo di Lech (sotto la neve) dopo aver firmato i due tempi migliori nelle qualifiche. E si sono ritrovate in finale. Pista e format evidentemente graditi. Per entrambe in palio anche la prima vittoria in Coppa del Mondo. Grande partenza di Stjernesund nella prima run, il margine comunque è di soli 15 centesimi al traguardo. Slokar vola nella seconda e si va a prendere il successo, anche se con un minimo vantaggio, +5. Ma tanto basta per la festa slovena.

LA CLASSIFICA

Andreja Slokar ©Agence Zoom

Podio svanito per Marta Bassino: ha pagato carissimo un errore, quello nella prima run nella semifinale con Thea Louise Stjernesund: una scivolata e mezzo secondo da recuperare nella seconda. Una sorta di mission impossible. Così è arrivata a giocarsi il podio con un’altra norvegese, Kristin Lysdahl (tra l’altro terzo tempo nelle qualifiche). Prima prova sulla rossa, Marta è precisa e concentrata e chiude per la prima volta davanti, con 35 centesimi (sia negli ottavi, con la svizzera Ellenberger, che nei quarti, con la tedesca Duerr aveva passato il turno in rimonta, con il best crono nella seconda run).
Sulla blu, dove aveva sbagliato in semifinale, anche questa volta non riesce a conservare il margine, chiudendo così quarta a 10 centesimi.

Slovenia, doppia Norvegia, poi Marta Bassino: «Sono contenta lo stesso, anche se ci speravo. Peccato che nell’ultima manche non ho sfruttato il raccordino prima del pianetto e la norvegese mi ha ripreso. Adesso si pensa a Levi, due belle occasioni per mettermi alla prova anche in slalom». 

Marta Bassino ©Agence Zoom

 

Altre news

Goggia senza limiti: «Volevo la doppietta, ci sono riuscita»

Non bastava vincere. Sofia Goggia vuole la perfezione. Lo aveva promesso ed eccola oggi ancora in trionfo sulla Men's Olymouc - East Summit di Lake Louise. «Si può fare meglio», diceva ieri. Eccola, aveva ragione. Domina ancora in Canada...

Missile Goggia colpisce sempre: doppio trionfo a Lake Louise

Che andare. Diciannove vittorie in Coppa del Mondo (14 in discesa) e oggi doppietta stagionale sulla Men's Olympic /East Summit di Lake Louise (5 vittorie sul pendio canadese). Sofia Goggia fa paura. Non viene fermata dal vento che soffia...

E’ Kilde l’uccello predatore: battuto ancora Odermatt. Marsaglia 16°

Birds of Prey, nome della pista di Coppa del Mondo di Beaver Creek, significa uccelli da preda. Ed è il norvegese Aleksander Aamodt Kilde l'uccello predatore sulle nevi del Colorado., che porta a quindici i successi nella massima serie...

Gardena, semaforo verde per la 55a Coppa del Mondo

La Coppa del mondo di sci sulla Saslong si aprirà, come da tradizione, venerdì 16 dicembre con il superG. Sabato 17 dicembre, invece, si svolgerà la classica discesa, che sarà la 100a gara di Coppa del mondo in Val...