Gut-Behrami e Shiffrin attaccate a Sölden. Italia fuori dalla top 10

SOELDEN LIVE – Alzi la mano chi si sarebbe aspettato una situazione del genere dopo la prima manche del gigante di Soelden. Certezze sì, sorprese anche. L’Italia non è certo partita nel migliore dei modi, con Marta Bassino fuori e le altre azzurre addirittura oltre le dieci. Mikaela si conferma essere la Shiffrin, ma si è ritrovata a fare i conti con una Lara Gut-Behrami in forma strepitosa e a suo agio in questa prima manche con poca curva. La svizzera e l’americana sono lì davanti, con due centesimi di differenza. Poi c’è l’Austria con una ritrovata Stephanie Brunner, che esulta sul traguardo dopo il lungo stop per infortunio, e c’è Katharina Liensberger che non può più essere considerata solo slalomista. In quinta posizione, con il 23, si infila la canadese Valerie Grenier, davanti a Petra Vlhova che è sesta, davanti ad Alice Robinson e a Meta Hrovat. Le prime otto atlete sono racchiuse in 98/100, ma subito dietro c’è una Andrej Slokar davvero brillante con il 29. 

Federica Brignone ©Agence Zoom

In casa Italia c’è un po’ di delusione, ma è anche la prima gara. Federica Brignone ha girato intorno ai pali, non ha rischiato ed è quindicesima a 1”52. «Non posso pretendere di fare un bel risultato se freno – racconta – Nello sci bisogna rischiare e osare, io invece ero in controllo: avrebbero potuto spararmi che non sarebbe successo nulla. Non ho fatto quello che so fare, ci riproverò la seconda manche». 

Sofia Goggia è ventiduesima a 1”97, Elena Curtoni ha scarponato ed è finita fuori, Marta Bassino è uscita nella lunga dopo non essersi sentita molto bene sul muro. Ha voluto spingere, ha voluto cambiare marcia, ma è rimasta un po’ agganciata e un po’ seduta allungato la linea fino all’uscita. «Devo digerire un attimo questa situazione – racconta Marta – Sono partita per spingere, in realtà non mi sono sentita così bene sul muro. Così mi sono detta: cavolo, spingi e provaci, proprio qualche curva sopra lunga e forse ho mollato un po’ troppo presto. Va beh, punto a capo, il bello di Soelden è che è molto presto e quindi c’è tempo per rimediare, continuare a lavorare e rimettersi in gareggiata». Fuori anche Roberta Midali e Roberta Melesi, non qualificata Karoline Pichler e Ilaria Ghisalberti.

LEGGI ANCHE

LE ULTIME NOTIZIE