Goggia, solo una contrattura (e tanta paura). Sofia: «Ero preoccupata, ieri avevo male»

Sospiro di sollievo: niente lesioni e rotture al ginocchio sinistro per Sofia Goggia. Si temeva il peggio dopo la «tirata» all’arto mentre era deragliata dal Rettenbach di Soelden sabato per il primo atto di Coppa del Mondo durante la prima frazione. La bergamasca è stata visitata oggi all’ospedale ortopedico Galeazzi di Milano da Herbert Schoenhuber e Andrea Panzeri, rispettivamente presidente e vice presidente della commissione medica FISI, e sottoposta ad una risonanza magnetica. Nulla di lesionato, sfilacciato, rotto, solo la conferma di una contrattura al ginocchio sinistro, praticamente un risentimento muscolare.

Sofia Goggia intervistata all’Atomic Day ©Andrea Chiericato

PAURA – La finanziera orobica dovrà stare ferma dieci, quindici giorni. Ma ecco Sofia cosa ci ha detto: «Ieri avevo male, ero preoccupata. Certo, il ginocchio era poco gonfio, ma avevo paura comunque. Adesso sotto con la fisioterapia che effettuerò a Bergamo».

 

Altre news

Linea di continuità nelle squadre femminili azzurre

Pronte le squadre azzurre femminili. Tutto confermato per quanto riguarda il gruppo élite con quattro atlete, Marta Bassino, Federica Brignone, Elena Curtoni e Sofia Goggia, quattro tecnici di riferimento, Daniele Simoncelli, Davide Brignone, Paolo Stefanini e Luca Agazzi, sotto...

Ecco le squadre maschili. Rimane Innerhofer ma Gross da ottobre. Sale Talacci, scende Barbera

Ecco le squadre maschili di sci alpino per la stagione 2024-2025 agli ordini del direttore tecnico Max Carca. Christof Innerhofer doveva essere escluso considerate le prime riunioni, poi alla fine è stato inserito ancora nel gruppo Coppa del Mondo....

Il 20 luglio a Razzolo di Villa Minozzo sarà grande festa per Razzoli

La grande festa per l'addio alle gare di Giuliano Razzoli è fissata a Villa Minozzo, nel natale Appennino reggiano, in frazione Razzolo sabato 20 luglio. Sarà l'addio ufficiale alla magica carriera dello slalomista emiliano, oro a Vancouver nel 2010,...

Grazie Razzo, è stato un lungo ed inimitabile viaggio

Oggi è arrivata la notizia ufficiale, da settimane nell'aria: Giuliano Razzoli ha detto basta. L'olimpionico del 2010 (suo due stagioni fa l'ultimo podio della squadra azzurra in slalom in Coppa del Mondo) lascia l'agonismo e noi vi riproponiamo l'editoriale di aprile...