Ecco come e’ uscito il Razzo!

Tanta sfortuna, ma queste cose non devono succedere

Torniamo sull’argomento dell’uscita di Giuliano Razzoli nello slalom di Val d’Isere. Forse nemmeno le immagini televisive avevano chiarito così bene la dinamica dell’accaduto: ci ha aiutato la foto scattata provvidenzialmente da Luca Perona, allenatore di sci che si trovava a bordo pista per assistere alla gara.
Si vede chiaramente che il palo, dopo essersi spezzato all’altezza dello snodo, punta dritto al petto di Giuliano. In un altro scatto della sequenza che abbiamo ricevuto si può vedere il palo sugli sci del nostro sfortunato atleta. Ma questa è sicuramente la più significativa.
Ringraziando Luca Perona per il prezioso contributo, ci sembra opportuno riportare anche il suo commento, da esperto addetto ai lavori: «…ho immortalato Razzo nel fatidico momento della rottura della molla dello snodo. Non chiaramente per la foto, ma per la pericolosità della dinamica con cui il palo si muove verso il corpo dell’atleta in un punto non protetto, mi è venuta la pelle d’oca…».
Ok, un palo può rompersi, ma visto che abbiamo assistito a questa scena in decine di discese, riteniamo che sia opportuno da parte della FIS innalzare il livello di attenzione verso questi dettagli.

Altre news

Fondazione Cortina incontra Atomic al quartier generale di Altenmarkt

Mancano diversi mesi al via della stagione invernale 2024-25 la quale, per il terzo "inverno" consecutivo (e fino al 2026), vedrà Atomic, il Brand leader a livello mondiale nel mondo dello sci, e Fondazione Cortina, l’Ente organizzatore dei grandi...

L’italiano Andrea Nonnato nuovo preparatore di Vlhová

Cambia il preparatore atletico di Petra Vlhová, che resta però legata all’Italia. Ha lasciato Marco Porta ed è entrato Andrea Nonnato. Il tecnico ha lavorato a Liptovský Mikuláš nelle ultime settimane, seguendo Petra nel suo ritorno ad alto livello dopo...

Addio a Piermario Calcamuggi

Addio a Piermario Calcamuggi. È morto ieri a Torino, dov'era ricoverato a seguito di un intervento chirurgico. Aveva 77 anni. Dopo l’intervento era stato in grado di parlare con la moglie Ita e con i figli, Matteo ed Elisa,...

Sofia Goggia, buone sensazioni sulla neve allo Stelvio: «Mi sento molto bene, sempre meglio»

Il ritorno di Sofia Goggia passa da Bormio e dal ghiacciaio del Passo dello Stelvio. A cinque mesi dall’infortunio, la bergamasca, dopo una prima uscita in pista alcune settimane fa, è tornata in ghiacciaio da venerdì per un altro...