Didier Cuche: 'Sono come il buon vino'

Gara capolavoro dello svizzero

«Sono come il buon vino». Didier Cuche è stato impressionante sulla Bellevarde. A 34 anni si mette al collo la prima medaglia d’oro. Ai Mondiali di Are era stato terzo in gigante, ai Giochi Olimpici di Nagano, e siamo nel 1998, secondo in superG. Quest’anno in Coppa del Mondo era partito a mille, secondo a Solden nel gigante d’apertura, terzo in superG a Lake Louise. Poi aveva lasciato la copertina agli altri elvetici, da Defago a Janka. Oggi è stato perfetto o quasi: «Ho fatto una gara quasi perfetta…mi sono quasi dimenticato di guardare il risultato dopo il traguardo, tanto era il piacere per come ho sciato».

Altre news

Raffaelli: «Voglio portare le istanze della base in via Piranesi»

Massimo Raffelli, 56 anni aostano e laureato in economia aziendale, da 14 anni è presidente dello Sci Club Aosta. Il 15 ottobre ha deciso di candidarsi nel ruolo di consigliere federale. Eccolo: «Vengo dalla base e con lo sci...

Atomic e Falconeri Ski Team proseguono insieme: siglato accordo fino al 2025

Atomic prosegue nella sua politica di stretta partnership con alcune delle più importanti realtà italiane che si contraddistinguono per l’impegno nel diffondere la pratica dello sci agonistico. Alla luce di questo, l’azienda ha rinnovato l’accordo di collaborazione per tre...

L’impegno di Sima continua

Enzo Sima è pronto per restare in consiglio federale. Il friulano ha scelto di sostenere Alessandro Falez come presidente e subito spiega le sue ragioni: «Innanzitutto il mio impegno per la Fisi continua, ho a cuore questo mondo. Abbiano...

Da Soelden a Soldeu, tante occasioni per staccare un biglietto e assistere alla Coppa

La prima neve è arrivata, i ghiacciai stanno riaprendo, le squadre stanno ultimando le lunghe trasferte oltreoceano e si apprestano ormai - chi prima e chi dopo - a rientrare e a fare ritorno sulle nevi europee. Ormai si...