Didier Cuche: 'Sono come il buon vino'

Gara capolavoro dello svizzero

«Sono come il buon vino». Didier Cuche è stato impressionante sulla Bellevarde. A 34 anni si mette al collo la prima medaglia d’oro. Ai Mondiali di Are era stato terzo in gigante, ai Giochi Olimpici di Nagano, e siamo nel 1998, secondo in superG. Quest’anno in Coppa del Mondo era partito a mille, secondo a Solden nel gigante d’apertura, terzo in superG a Lake Louise. Poi aveva lasciato la copertina agli altri elvetici, da Defago a Janka. Oggi è stato perfetto o quasi: «Ho fatto una gara quasi perfetta…mi sono quasi dimenticato di guardare il risultato dopo il traguardo, tanto era il piacere per come ho sciato».

Altre news

Fondazione Cortina incontra Atomic al quartier generale di Altenmarkt

Mancano diversi mesi al via della stagione invernale 2024-25 la quale, per il terzo "inverno" consecutivo (e fino al 2026), vedrà Atomic, il Brand leader a livello mondiale nel mondo dello sci, e Fondazione Cortina, l’Ente organizzatore dei grandi...

L’italiano Andrea Nonnato nuovo preparatore di Vlhová

Cambia il preparatore atletico di Petra Vlhová, che resta però legata all’Italia. Ha lasciato Marco Porta ed è entrato Andrea Nonnato. Il tecnico ha lavorato a Liptovský Mikuláš nelle ultime settimane, seguendo Petra nel suo ritorno ad alto livello dopo...

Addio a Piermario Calcamuggi

Addio a Piermario Calcamuggi. È morto ieri a Torino, dov'era ricoverato a seguito di un intervento chirurgico. Aveva 77 anni. Dopo l’intervento era stato in grado di parlare con la moglie Ita e con i figli, Matteo ed Elisa,...

Sofia Goggia, buone sensazioni sulla neve allo Stelvio: «Mi sento molto bene, sempre meglio»

Il ritorno di Sofia Goggia passa da Bormio e dal ghiacciaio del Passo dello Stelvio. A cinque mesi dall’infortunio, la bergamasca, dopo una prima uscita in pista alcune settimane fa, è tornata in ghiacciaio da venerdì per un altro...