Marta Bassino ©Christophe Pallot/Agence Zoom

Prima manche del gigante di Coppa del Mondo a Courchevel: dopo tanta neve fresca, spunta il sole in Savoia. Grande lavoro per gli organizzatori per sistemare al meglio la Stade Emile-Allais: la pista alla fine regge piuttosto bene visto il fondo piuttosto duro, béton per dirla alla francese.

SHIFFRIN IN TESTA, MA LE AZZURRE CI SONO – Comanda Mikaela Shiffrin. Impressionante il finale della statunitense: terza al secondo intermedio, cambia passo nella parte centrale, per chiudere in 1.01.30. Ma le azzurre sono lì. Marta Bassino sfrutta al meglio il pettorale 2, va anche lei in progressione nelle ultime porte e si ritrova seconda a 51 centesimi. Alle spalle della cuneese, Manu Moelgg, partita per prima: sciata regolare la sua e terza piazza a +74.
Quarta la norvegese Nina Haver-Loeseth, ma il distacco sale già a 96 centesimi, a 1.06 l’altra norvegese Ragnhild Mowinckel con lo stesso crono della tedesca Viktoria Rebensburg, la svizzera Melanie Meillard è settima a 1.12, quindi una delle protagoniste più attese, Tessa Worley che sulla pista di casa non trova mai il ritmo giusto, rimediando un +1.42, pagando forse il colpo rimediato a Val d’Isére in superG.

Manuela Moelgg© Alain Grosclaude/Agence Zoom

GUARDA LA CLASSIFICA

GOGGIA&BRIGNONE – Sofia Goggia parte con il pettorale 3, qualche sbavatura iniziale, poi infila il braccio nella blu, rimediando un colpo al pollice: il ritardo al traguardo è di 1.47, ma resta comunque nelle dieci. Federica Brignone attacca decisa: soli sette centesimi di ritardo al primo intermedio, ma rimane agganciata alla neve e salta in aria con una brutta botta alla spalla sinistra.
Seconda manche alle 13.30: dopo la tracciatura dello statunitense Mike Day, tocca al tedesco Rudi Soulard.

Mikaela Shiffrin © Alain Grosclaude/Agence Zoom

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.