Cancellato il secondo superG di Bormio e la tappa di Maribor

Niente da fare. Pur lavorando alacremente tutta la notte, bagnando e salando la pista, gli organizzatori alla fine hanno dovuto alzare bandiera bianca. La pioggia caduta nella serata di mercoledì e il vento caldo sopraggiunto intorno alle 5.30 del mattino hanno costretto gli uomini della FIS ad annullare il secondo superG (recupero di quello non disputato ad inizio dicembre a Lake Louise e che potrebbe essere recuperato a Wengen) perché non si potevano garantire le condizioni di sicurezza in pista. A spiegare la situazione ci ha pensato il direttore di gara Massimo Rinaldi. «La pioggia di ieri sera è stata parecchia, ma alle 23 abbiamo ribattuto la pista dal Ciuk fino al traguardo e questo ha reso il manto di nuovo perfetto. Alle 5 abbiamo effettuato la prima ispezione e la pista era in ottime condizioni, dalla partenza fino alla Carcentina era addirittura più ghiacciata di ieri. Improvvisamente si è alzato un vento caldo, dalle 5.15/5.30, che ha asciugato talmente tanto la neve e quindi il nuovo sale, gettato immediatamente sulla pista, non ha più reagito».

Già cancellata la tappa del circuito femminile a Maribor (dove era in calendario un gigante e uno slalom l’8 e 9 gennaio). Verrà recuperata a Kranjska Gora con lo stesso programma.

LEGGI ANCHE

LE ULTIME NOTIZIE