Sul podio Muffat-Jeandet e Kristoffersen. Ottavo Tonetti

Marcel Hirscher. Ancora lui. Dopo il successo in superG, è arrivato quello in gigante. Dopo quattro anni firmati da Ted Ligety, l’austriaco ha vinto la gara di Beaver Creek, caratterizzata dalle uscite importanti durante la prima manche. Hirscher ha vinto in 2.32.58, precedendo un ottimo Victor Muffat-Jeandet, autore di una buona seconda manche e rimasto a 98/100 dalla vetta. L’austriaco ha dimostrato ancora una volta di avere una marcia in più, guadagnando settore dopo settore. Terzo posto per il norvegese Henrik Kristoffersen, quarto nella prima manche, e arrivato a 1.31 dall’austriaco. Fuori dal podio per un centesimo lo svedese Andre Myhrer, quarto. Quinto posto per il tedesco Felix Neureuther, a 1.49 dal vincitore.

GLI AZZURRI – Il migliore degli azzurri è Florian Eisath. L’altoatesino è arrivato sesto, eguagliando il suo miglior risultato ottenuto lo scorso anno ad Adelboden (SUI). Il finanziere ha concluso a 1.53 dalla vetta. Grande risultato di Riccardo Tonetti che, partito con pettorale 48 nella prima manche, ha agguantato un’importante ’top 10’. Ha concluso ottavo, a 1.62, realizzando il suo migliore risultato in Coppa del Mondo. Bene anche Luca De Aliprandini, tredicesimo a 2.18. Diciannovesimo un ritrovato Massimiliano Blardone, ventesimo Giovanni Borsotti, ventiduesimo Manfred Moelgg e venticinquesimo Andrea Ballerin. Fuori Roberto Nani.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.