S.Stefano Magra live – Il punto con il tecnico azzurro

Ruggero Muzzarelli traccia il bilancio della settimana in liguria del primo raduno atletico delle slalomgigantiste azzurre.

RADUNO DIVERSO – «C’era un po’ di diffidenza all’inizio, anche fra le ragazze. D’altronde è necessario impostare un raduno atletico essenzialmente sul fare delle cose nuove, alternative, che solitamente non si fanno a casa. Serve per variare la preparazione, adottare nuovi strumenti, fare esperienze nuove di lavoro e fare ovviamente ‘team building’, che è utile soprattutto per le atlete più giovani».

QUATTRO AZZURRE  – Erano presenti in quattro, a causa di infortuni vi erano insomma assenze. Irene Curtoni è ufficialmente rientrata, poi Chiara Costazza, Marta Bassino e Nicole Agnelli. Il quartier generale a Santo Stefano Magra presso La Trigola. Continua il tecnico di Fanano: «Un raduno atletico improntato essenzialmente sul lavoro aerobico. Abbiamo variato le location. Bici fra Monte Marcello e le Cinque Terre, nordic walking all’Isola Palmaria e a Porto Venere, poi palestra con esercizi votati alla stabilizzazione e al rafforzamento settoriale. Poi piscina a La Spezia al club Porto Lotti, canoa a Lerici e dintorni. Tante attività in posti diversi».

OPPORTUNITA‘ – Un raduno organizzato proprio da Muzzarelli, grazie anche alla rete di rapporti che in questi anni ha costruito. «Due anni fa eravamo venuti in queste zone con la B maschile. Ho notato tanto entusiasmo intorno a noi, no captato curiosità e quindi opportunità, ci sarebbero da sviluppare una serie di rapporti importanti. Ad esempio il Parco Nazionale delle Cinque Terre ci ha fatto visita l’ultimo giorno e non sapeva della nostra presenza. Ha visto le vostre foto pubblicate e si è fatto vivo».