Andrea Massi svela i ‘segreti’ della Nazionale slovena di sci

Un lavoro duro “al limite della resistenza fisica”, con sessioni di lunga durata e un’attenzione del tutto particolare alla valutazione dello stress psicologico, perché “la testa fa il suo: è collegata al corpo non soltanto fisicamente”. Andrea Massi, l’artefice dei grandi successi di Tina Maze, oggi collaboratore tecnico del team di sci alpino maschile della Nazionale Slovena, non ha dubbi su come impostare la prima fase del programma di allenamento estivo: «Gli allenamenti durano anche 2,5 ore, da associare a specifiche terapie mediche di recupero fisico».

LOCATION – Idee chiare anche sulla location della preparazione atletica: goriziano d’origine, Andrea Massi ha scelto la regione Goriška, in Slovenia, al confine con il Friuli Venezia Giulia. Il team sarà ospite del Gruppo Hit, la principale corporate turistica slovena che ha sede a Nova Gorica: per tutto il mese di giugno gli atleti alloggeranno all’hotel Sabotin, ai piedi dell’omonimo monte, e si alleneranno presso il centro Sportivo Hit di Šempeter pri Gorici.

SUPPORTO – Il Gruppo Hit – che attraverso la società Hit Alpinea di Kranjska Gora sponsorizza la Ski Association of Slovenia, con particolare riferimento ai mondiali di salto con gli sci che si svolgeranno a Planica nel 2020 – metterà a disposizione del team anche i suoi professionisti, che potranno elaborare diete e programmi benessere personalizzati in collaborazione con i preparatori atletici. «Il supporto offerto dal Gruppo Hit è prezioso – ha dichiarato Andrea Massi – conosco molto bene questo territorio, selezionato anche da altri team sportivi internazionali, e penso che il centro sportivo Hit diventerà un’ottima base per la preparazione atletica dello sci alpino: un luogo spazioso e ricco di infrastrutture. Ricordo ancora quando, non avendo a disposizione un simile centro, Tina Maze si allenava con i pesi in 6 metri quadri!».

PREPARAZIONE – La preparazione atletica, che vede anche il coinvolgimento di Nika Rađenović, prevede molte sessioni all’aperto, complici il clima ottimale e la varietà del paesaggio, che in una manciata di chilometri offre spiagge, boschi, fiumi e montagne. «Sono molto soddisfatto del lavoro del gruppo – ha continuato Andrea Massi – nella scorsa stagione abbiamo portato a casa 4 podi, grazie anche al buon rapporto instaurato con gli atleti. Per la preparazione tecnica spero anche di portare la squadra sullo Stelvio per perfezionare lo slalom gigante, prima della partenza per il Sud America».

 

Altre news

Se ne è andata Elena Fanchini

È morta Elena Fanchini, ex sciatrice che lottava contro un tumore, 37 anni. Era malata da tempo e Sofia Goggia le aveva dedicato la vittoria della discesa di Cortina d'Ampezzo. A gennaio del 2018 aveva annunciato che avrebbe lasciato lo...

Marta superGigante: «Una vittoria di peso, ho studiato la discesa di Vonn alle Finali 2015»

Isolde Kostner oro a Sestriere nel 1997, Marta Bassino oro a Méribel nel 2023. Ventisei anni dopo l’Italia torna sul gradino più alto del podio nel superG, una disciplina che la cuneese ha sempre fatto, ma che ultimamente le...

Kilde precede Innerhofer nella prima prova della discesa di Courchevel

Aleksander Aamodt Kilde ha realizzato il miglior tempo nella prima prova cronometrata della discesa maschile di Courchevel. Il norvegese ha impiegato 1’48”81 per affrontare l’Eclypse, affrontando a gran velocità i lunghi curvoni del “Mur du Son”. Christof Innerhofer è stato...

Il capolavoro di Marta – fotogallery

    Che spettacolo, che sciata, che capolavoro! Marta Bassino si prende uno strepitoso oro nel superG dei Campionati Mondiali di Courchevel-Méribel. Una sciata splendida, una prestazione che tiene a 11/100 una certa Mikaela Shiffrin.