Stoccolma, c’è Gross sul podio del City Event vinto da Hirscher. Fra le donne Holdener

Grande spettacolo sulla collina svedese di Hammarbybachen

0
Il podio maschile di Stoccolma @Agence Zoom

Stefano Gross cede all’austriaco Marcel Hirscher: tuttavia per il fassano di Poza, ecco un ottimo terzo posto nel City Event di Stoccolma. Sci da slalom e porte da gigante distanziate 10 metri per questa gara ad eliminazione diretta che ha avuto un grande successo di pubblico nella capitale della Svezia. Si è gareggiato sulla collina di Hammarbybachen, situata a venti minuti a sud del centro di Stoccolma, e la rassegna by night è stata valida come tappa della classifica di Coppa del Mondo generale e delle porte strette, dove Kristoffersen a due gare dal termine ha 116 punti su Hirscher. Un evento davvero partecipato dagli appassionati, un successo insomma. Gross ha superato negli ottavi di finale il norvegese Sebastian Foss-Solevaag, quindi nei quarti il tedesco Felix Neureuther. Ha perso poi la semifinale con Hirscher, ma battendo il russo Alexander Khoroshilov ha conquistato il podio. Per il ladino si tratta così dell’ottavo podio in carriera in Coppa del Mondo, quest’anno il secondo dopo un altro terzo posto, a gennaio a Wengen. Fra Hirscher e Gross al secondo posto ecco lo svedese Andre Myhrer. In classifica poi quinti il francese Victor Muffat-Jeandet e il norvegese Kjetil Jansrud, che ha battuto il connazionale Henrik Kristioffersen, il francese Julien Lizeroux e il tedesco Felix Neureuther. Fuori agli ottavi e quindi noni gli altri due azzurri in gara: Patrick Thaler e Manfred Moelgg.

HOLDENER DAVANTI ALLE SVEDESI – In campo femminile è arrivata la prima vittoria in Coppa del Mondo per la svizzera Wendy Holdener, davanti alle due beniamine di casa Frida Hansdotter e Maria Pietilae-Holmner. Quarta la norvegese Nina Loeseth, quindi in classifica ecco quinte l’austriaca Carmen Thalmann, la slovacca Petra Vhlova, la francese Nastasia Noens e la slovacca Veronika Velez Zuzulova. Non erano presenti nessune azzurre al via. E questo la dice lunga sullo stato dello slalom femminile italiano…