Levi, scocca l’ora di Martina Perruchon?

La valdostana, allenatasi tutta l'estate 'a secco' con Federica Brignone e Raffaella Brutto (snowboard cross) potrebbe fare il suo esordio nel massimo circuito in Finlandia. Vi spieghiamo perché

0
Martina Perruchon, arriverà la "prima" in Coppa del Mondo in Finlandia? (@Pag. FB ufficiale Perruchon)

Lo spettacolo di Sölden è ancora fresco, ma comunque alle spalle. Nel lungo weekend la F.I.S.I. è attesa, con tutti i suoi atleti, a Modena per i classici quattro giorni di Skipass, la grande Fiera degli sport invernali. E’ tempo però di guardare anche un po’ più avanti, alla seconda tappa di Coppa del Mondo femminile prevista a Levi, nella Finlandia settentrionale, in Lapponia, sabato 12 novembre.

PREPARAZIONE – Il contingente dell’Italia comprende cinque posti per il primo appuntamento stagionale con i ‘rapid gates’. Il gruppo affidato al responsabile del team slalom e gigante Luca Liore (Angelo Weiss partirà il 5 novembre alla volta degli Stati Uniti con Gianluca Rulfi e le Polivalenti) ha lavorato molto bene per tutta l’estate e rifinirà la preparazione settimana prossima sempre in Val Senales, prima di partire per Levi e allenarsi tre giorni ‘in loco’.

PETTORALI – Sicure del posto ovviamente Irene Curtoni, Chiara Costazza e Manuela Moelgg, tutte tra le prime trenta WCSL, ma nessuna nel primo gruppo. Quali nomi per gli altri due posti? Intanto, la scelta non lascia troppo margine: tra le prime 100 della lista FIS di slalom, infatti, oltre alle atlete citate, ci sono solamente Sarah Pardeller (ritirata), Federica Brignone (che al 100% non sarà in Finlandia, partendo il 5 novembre alla volta del Colorado con il gruppo Polivalenti) e… Martina Perruchon, valdostana, classe ’96, allenatasi quest’estate proprio con Federica (e Raffaella Brutto) a secco, quattro volte a punti in specialità nel circuito continentale e in buona forma. Praticamente impossibile a questo punto non convocarla, dato che il regolamento prevede la possibilità di dare un pettorale a una sola atlete fuori dalle 100 nella lista FIS e l’Italia ha comunque intenzione di riempire tutto il contingente (cinque posti, ripetiamo) per Levi. La scelta definitiva sarà comunque fatta dal dt Guadagnini, presente settimana prossima in Senales. E la sesta slalomista? Tornano in gioco prepotentemente Michela Azzola (non gareggia in Coppa del Mondo dall’8 marzo 2014, slalom di Aare) e Nicole Agnelli, che si sono allenate principalmente con il Gruppo Sportivo militare nel corso dell’estate, ma aggregate alla squadra negli ultimi due ritiri (come Jasmine Fiorano, anche lei “Interesse Nazionale” e per fortuna di nuovo in forma dopo tante operazioni alle ginocchia); ovviamente tutte le giovani “sane” (Midali purtroppo si è di nuovo fatta male) del team di Pfitscher si giocheranno una chance: Lorini, Della Mea, Saracco, Tschurtschenthaler, Lorenzi (ancora un po’ indietro dopo lo stop forzato), mentre Federica Sosio in recupero dall’ultimo infortunio al ginocchio, si trova in questi giorni a Hintertux con il gruppo di Devid Salvadori e tornerà a fare velocità.