Una discesa troppo rischiosa dopo solo due mezze prove?

Anja Paerson lascia l’infermeria al parterre di Creekside con le proprie gambe e torna in paese in motoslitta, mentre nello stesso momento la rumena Edith Miklos viene caricata sull’ambulanza. Brutte cadute nella discesa femminile. Ieri nella riunione dei capisquadra il tecnico austriaco Mayrhofer aveva chiesto che fosse disputata una terza discesa di prova: troppo rischioso gareggiare dopo due mezze prove, disputate tra l’altro in condizioni e orari diversi da quelli della gara. Ma Skaardal era stato irremovibile: si va avanti. Così si va avanti. Il capo allenatore svedese, Ulf Emilsson esce dall’infermeria ed è circondato dai giornalisti svedesi, quando tocca a noi gli chiediamo se non c’era un pericolo-sicurezza in pista, dopo solo due prove. «Di sicuro era meglio fare una terza prova – e poi, allargando le braccia – ma questa è l’Olimpiade, volevano andare avanti». Sulle condizioni di Anja parla papà Paerson, Anders: «Ha preso una brutta botta al polpaccio: un problema di tipo muscolare. Il ginocchio sembra a posto. Faremo altri accertamenti adesso, ma Anja dovrebbe continuare». Più serio l’infortunio a Edith Miklos: è il capodelegazione rumeno a spiegarci la situazione: «E’ cosciente, parla. Il problema è la gamba». Terza prova sì, terza prova no. Dominique Gisin esce dall’infermeria ancora scossa: «Non so, forse in prova sarebbe successo lo stesso. Il problema è stato quello che alla fine ero stremata fisicamente, ma soprattutto psicologicamente. Non ero più lucida».

Altre news

Fisi: Stefano Maldifassi si candida alla presidenza. «Ho in mente una Federazione nuova»

«Pensare e vivere gli sport invernali». Questo lo slogan che chiude un breve video realizzato per annunciare la candidatura in Fisi di Stefano Maldifassi. È ingegnere biomeccanico, cinque volte campione italiano di skeleton e allenatore di quarto livello; Maldifassi...

A La Parva Colturi centra una doppietta in slalom; Tranchina secondo in gara-2

Doppietta in gigante la scorsa settimana, bis ieri e l'altro ieri in slalom. Lara Colturi ha fatto uno-due anche tra i rapid gates di La Parva, dove si sono svolte altre gare Fis. Possiamo dire che in quattro gare...

Marsaglia lotta ancora con entusiasmo: «Conta essere veloci, non l’età»

Matteo Marsaglia non molla, anzi, rilancia. Il romano di San Sicario, trentasette primavere a ottobre, è deciso più che mai per un'altra stagione in Coppa del Mondo. Reduce da un'annata davvero positiva, dove fra le varie prestazioni confortanti ha...

Vinatzer in Belgio: «Indoor per preparare l’Argentina. Contento del coach Del Dio»

Domani Alex Vinatzer effettuerà il secondo raduno sulla neve. Dopo quello di Saas Fee, il gardenese classe '99 con il team azzurro si prepara a quattro giorni nell'impianto indoor di Peer in Belgio. Eccolo Alex: «A Saas Fee alle 7.30 a...