Alex Hofer

Come tre anni fa, da dove è cominciato tutto. Proprio in questo angolo occidentale di Alto Adige a Solda all’Ortles/Sulden am Ortler nel territorio di Stelvio/Stilfs. E si, Alex Hofer non è nuovo nel far faville nell’ormai tradizionale opening Fis by sci club Livata. il finanziere di Castelrotto si era messo in luce a Solda ed era partita quell’avventura in Coppa Europa e Coppa del Mondo a suon di convocazioni, poi e vittorie. E adesso, ancora da Solda Hofer vuole riemergere. Il portacolori delle Fiamme Gialle (allenato da Cristian Deville, Roberto Griot e anche quest’anno da Davide Da Villa) primeggia nel gigante Fis che apre la quattro giorni di gare. Divide la prima piazza del podio con l’olandese Maarten Meiners. «Ero secondo nella prima manche, poi ho recuperato fino alla vittoria. Da tre mesi a questa parte mi sento molto bene, avevo una voglia matta di confrontarmi, di dimostrare che posso ancora lasciare il segno. Come tre anni fa, spero che da Solda riparta con slancio questa mia nuova avventura», ci dice Hofi che mette le mani avanti sulla convocazione per i giganti di Coppa Europa di Reiteralm di fine mese.

CLASSIFICA GIGANTE MASCHILE SOLDA

TERZO DELLA VITE, SESTO FRANZONI, SETTIMO CANINS – Brilla sul terzo gradino del podio il giovane azzurro Filippo Della Vite. Il 2001 bergamasco era fra i più attesi: anche per lui, che termina a 49 centesimi dalla vetta, non solo la Coppa Europa come obiettivo futuro, ma visto le difficoltà del gigante azzurro anche una convocazione nel breve periodo nella massima serie. Staremo a vedere. I fratelli slovacchi Zampa sono quarto e quinti: Andreas a 85 centesimi, Adam a 89 da Hofer. Sesta piazza per Giovanni Franzoni del gruppo Coppa Europa, un’altro della pattuglia di Max Carca che anche quest’anno vuole distinguersi e fare un ulteriore passo in avanti. Bene al settimo posto Matteo Canins: escluso dal giro azzurro, in forza ora alle Fiamme Gialle, si mette in mostra. A completare la top ten ci sono l’austriaco Daniel Meier, Stefano Baruffaldi del Drusciè Cortina con lo stesso tempo dell’azzurro Pietro Canzio. Undicesimo un altro B, Tobias Kastlunger. Domani un altro gigante sulla pista Madriccio, gara Fis registrata come NC, ma che tuttavia non assegnerà lo scudetto.