Odermatt fa il vuoto ad Adelboden: battuti Kristoffersen e Meillard. Della Vite entusiasma ed è undicesimo

Hanno fatto un miracolo ad Adelboden per allestire il tradizionale gigante. Una striscia di neve in mezzo al nulla, ai verdi prati di primavera inoltrata. E invece è inverno pieno, inizio gennaio e la grande classica è rimasta in bilico fino all’ultimo. Alla fine lo spettacolo è stato conservato nella sua interezza, regalando una gara spettacolare. Che è stata vinta dal solito Marco Odermatt, che ha letteralmente mandato in delirio i tifosi di casa facendo una manche semplicemente divina. È riuscito a rifilare 73/100 a Henrik Kristoffersen davvero scatenato, che trova un altro podio in stagione, un altro ad Adelboden, ma non può nulla contro questo Odermatt. Ancora Svizzera al terzo posto, grazie alla prestazione di Loic Meillard che chiude terza ma addirittura a 1″66.

Applausi per Filippo Della Vite, se li merita tutti quelli dei 25 mila tifosi ai piedi della pista. Una seconda manche all’attacco da cima a fondo, senza fare calcoli, provando a fare la differenza. E ci è riuscito perché era arrivato ad avere anche un secondo su chi fino a quel momento era al comando poi, complice qualche sbavatura sul ripido finale, ne ha lasciati per strada la metà. Poco importa, l’atteggiamento è quello giusto e Pippo sul celebre pendio elvetico si prende il miglior risultato in carriera: undicesimo.

Filippo Della Vite ©Agence Zoom

Luca De Aliprandini non può certo essere soddisfatto della sua prestazione: nella seconda manche ha perso addirittura 6 posizioni. Per il trentino però, in questo momento, è prioritario ritrovare un po’ di fiducia e provare a raddrizzare una stagione iniziata male. Chiusura di gara in 21° posizione. Fuori invece Hannes Zingerle, che aveva centrato la qualifica.

Victor Muffat-Jeandet ©Agence Zoom

Preoccupano invece le condizioni di Victor Muffat-Jeandet; il francese ha inforcato con il ginocchio sui dossi che precedono il muro finale ed è rimasto a terra dopo aver sbattuto la testa. Lunga interruzione di gara, intervento dei sanitari ed evacuazione in ospedale per controlli: dalle prime informazioni sembrano non esserci problemi alla gamba.

Altre news

Braathen operato di appendicite. Rientro per lo slalom iridato del 19?

Lucas Braathen è stato operato di appendicite acuta in Austria presso l'ospedale di Zell am See. Il fuoriclasse norvegese è stato dimesso in mattinata. Piinheiro ha accusato dolori forti all'addome durante una vacanza a Parigi dopo lo slalom di...

Alleghe, Pizzato gigante. Rigamonti (2°) si impone nel GPI Junior su Bertoldini e Claudani

Seconda gara ad Allegjhe: nel gigante Fis ottima prestazione dell'azzurrino Stefano Pizzato. Il C anticipa Leonardo Rigamonti Fiamme Gialle, quindi Andrea Bertoldini del Lecco AC, staccati rispettivamente di 42 e 56 centesimi. Bella prova dei due che si mettono dietro...

Coppa Europa, due top ten per le azzurre nelle discese di Chatel

La Coppa Europa femminile fa tappa sulle nevi francesi di Chatel con due discese e un superG, recupero di quello di San Pellegrino. Mercoledì, nella prima discesa, doppietta austriaca con Christina Ager che precede di 38 centesimi Nadine Fest,...

Limone, Platino si impone nettamente in gigante. Rosca anticipa Collomb e Marangon nel GPI

Seconda gara a Limone Piemonte griffata Equipe Limone e Ski College Limone. Ed è tempo di gigante Fis, con una netta vittoria dell'azzurra Elisa Platino che mette dietro di gran lunga altre due atlete della squadra nazionale: a 1.82...