Federica Brignone in Colorado nel 2015 (@Zoom agence)

Con il taglio del nastro è ufficialmente scattata l’edizione numero ventitré di Modena Skipass, la grande Fiera degli sport invernali. Non tanta gente, anzi, a dire la verità, sabato 29 e gli stand ci sembrano sempre meno. Un peccato, però, perché i grandi campioni non mancano e nemmeno gli appuntamenti interessanti. Tempo di incontri, scambi di notizie, curiosità. Tempo di chiacchierare anche con i tecnici azzurri Matteo Guadagnini, nuovo DT dell’alpino femminile, e Alberto Ghezze, responsabile delle velociste. Per esempio.

CAMBIO DI PROGRAMMI – In America, nel caso specifico in Colorado, di neve ce n’è ancora molto poca. Motivo per cui i programmi delle azzurre sono cambiati, come già noto: niente partenza delle polivalenti (Brignone, Marsaglia, Elena Curtoni, Nadia Fanchini, Goggia, Bassino) il 5 novembre, come inizialmente previsto. Le ragazze di Gianluca Rulfi lavoreranno a Tignes, in ghiacciaio, dove ci si può allenare in gigante, discesa e superG, e poi partiranno per gli Stati Uniti giovedì 11 novembre, assieme alle velociste (Stuffer, Schnarf, Elena Fanchini, Delago, Gasslitter e Lisa Magdalena Agerer) sperando che nel frattempo sia arrivata copiosa la neve. Allenamenti in loco tra Vail e Copper Mountain prima delle gare di Killington (in caso di emergenza, pronte la stessa Copper Mountain e Aspen) e Lake Louise.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.