Lindsey Vonn, un grande oro

Sul podio olimpico anche Julia Mancuso e Elisabeth Goergl

‘Usa, Usa’..sventolano le bandiere americane: la discesa femminile è tutta a stelle e strisce. C’è il sole a Creekside, la pista in perfette condizioni. Forse sin troppo perfette: neve dura, tracciato impegnativo, soprattutto dopo due mezze prove di allenamento. C’era una cosa da fare: attaccare ed avere le ‘gambe’ sino alla fine per evitare brutte conseguenze. Che puntualmente sono arrivate: brutte cadute proprio sul salto finale quando si era al limite delle forze. Le statunitensi si caricano quando vedono i cinque cerchi olimpici: la prima è stata Julia Mancuso. Un ritorno in grande stile, tutto classe e determinazione; quando arriva sul traguardo è davanti all’austriaca Elisabeth Goergl con un vantaggio di 90 centesimi. Manca ancora lei, la favorita numero uno: Lindsey Vonn. Si è nascosta in questi giorni: un presunto infortunio, poche comparsate. Insomma ha cercato di essere defilata, di togliere di dosso un po’ di pressione cisto che in questo momento è il personaggio dello sci negli States, tra copertine delle riviste e presenze nei late show televisivi. Discesa impeccabile la sua: sempre in vantaggio sulla Mancuso per chiudere con un vantaggio di 56 centesimi. Il podio della discesa femminile è questo: Vonn, Mancuso, Goergl. Nessun’altra riesce a fare meglio. In realtà ci stava riuscendo Anja Paerson, era sui tempi per una medaglia, anche se non per quella d’oro, ma è decollata sul salto, sbattendo malamente a terra. Le azzurre: la migliore alla fine è Lucia Recchia, nona, Johanna Schnarf chiude ventiduesima, brutte cadute, per fortuna senza conseguenze per Daniela Merighetti e Elena Fanchini.

Altre news

Innerhofer ad agosto sugli sci. Intanto bici e atletica

Fra i vari big degli sporti invernali al via della 35a edizione della Maratona Dles Dolomites c'era anche Christof Innerhofer. Classe ''84, altoatesino di Gais, si è cimentato nel percorso medio di 106 chilometri e 3000 metri di dislivello....

Flavio Roda nominato vice presidente della Fis

Prima riunione a Zurigo del nuovo Consiglio della Fis. Il presidente della Fisi, Flavio Roda, rieletto in consiglio con il maggior numero di consensi (114), è stato nominato vice presidente, insieme al ceco Roman Kumpost, al giapponese Aki Murasato...

A luglio tempo di elezioni anche in AOC e FVG

Dopo Alto Adige, Trentino, Liguria e Asiva, altri due comitati hanno fissato le date delle assemblee elettive. Sarà proprio il Comitato Alpi Occidentali ad aprire la tornata elettiva, visto che l’appuntamento sarà il 22 luglio nella Sala Convegni Coni a...

Le Traiettorie Liquide di Federica Brignone al Lagazuoi EXPO Dolomiti

Dal livello del mare a quota 2.732 metri, attraversando mari, laghi, fiumi e ghiacciai: le Traiettorie Liquide di Federica Brignone, partite dalle acque di Lipari nel 2017, sono arrivate tra le vette del Lagazuoi EXPO Dolomiti, il polo espositivo...