Levi: Holdener ci prova, ma Shiffrin piazza la doppietta. Anita Gulli è ventitreesima

Wendy Holdener fa la manche perfetta, Mikaela Shiffrin riesce però a far ancora meglio. A Levi è ancora una giornata magica per l’americana, che vince di nuovo, dimostrando ancora una volta tutta la sua solidità. Si è giocata il primo posto sul filo dei centesimi, ma nell’ultimo settore ha spinto curva dopo curva tornando a incrementare. Primo posto con 28/100 di vantaggio nei confronti di una Wendy Holdener scatenata, che nella seconda frazione ha recuperato due posizioni. Terzo gradino del podio per la slovacca Petra Vlhova, che ha mantenuto la sua posizione accusando però già 68/100. Niente da fare, neanche oggi, per la tedesca Lena Duerr che patisce le manche decisive. Oggi era seconda, è scivolata quarta, fuori dal podio a poco meno di un secondo (97/100).

LO CROAZIA AVANZA – La Croazia fa passi da gigante tra i rapid gates e piazza due giovani ragazze, che regaleranno spettacolo, in sesta e settima posizione. Sesta Leona Popovic, brava a recuperare quattro posizioni, settima Zrinka Ljutic, bene già nella prima discesa dopo essere partita con il pettorale numero 30. Proprio la Ljutic l’abbiamo intervistata pochi giorni fa e troverete la sua curiosa storia su Race ski magazine di dicembre.

GULLI, BEST RESULTS EGUAGLIATO – Anita Gulli fa un passo avanti e inizia la sua scalata. In questi due slalom di Levi è stata l’azzurra più brillante, capace di mettere in pista anche grande determinazione. Ieri ha sbagliato nella seconda, oggi invece si è qualificata con il 28° tempo e poi ha recuperato cinque posizioni, finendo 23a. L’azzurra eguaglia il suo miglior risultato in carriera, ottenuto nel gennaio 2022 a Schladming.

Altre news

Goggia senza limiti: «Volevo la doppietta, ci sono riuscita»

Non bastava vincere. Sofia Goggia vuole la perfezione. Lo aveva promesso ed eccola oggi ancora in trionfo sulla Men's Olymouc - East Summit di Lake Louise. «Si può fare meglio», diceva ieri. Eccola, aveva ragione. Domina ancora in Canada...

Missile Goggia colpisce sempre: doppio trionfo a Lake Louise

Che andare. Diciannove vittorie in Coppa del Mondo (14 in discesa) e oggi doppietta stagionale sulla Men's Olympic /East Summit di Lake Louise (5 vittorie sul pendio canadese). Sofia Goggia fa paura. Non viene fermata dal vento che soffia...

E’ Kilde l’uccello predatore: battuto ancora Odermatt. Marsaglia 16°

Birds of Prey, nome della pista di Coppa del Mondo di Beaver Creek, significa uccelli da preda. Ed è il norvegese Aleksander Aamodt Kilde l'uccello predatore sulle nevi del Colorado., che porta a quindici i successi nella massima serie...

Gardena, semaforo verde per la 55a Coppa del Mondo

La Coppa del mondo di sci sulla Saslong si aprirà, come da tradizione, venerdì 16 dicembre con il superG. Sabato 17 dicembre, invece, si svolgerà la classica discesa, che sarà la 100a gara di Coppa del mondo in Val...