Lena Duerr comanda a Levi con mezzo secondo su tutte. Si qualifica Gulli

19 novembre, finalmente è partita anche la Coppa del Mondo femminile. Una cancellazione dietro l’altra, finora nessun confronto ufficiale per le atlete, in molte lo hanno evidenziato in questi giorni di avvicinamento agli slalom di Levi. Ma oggi finalmente il primo cancelletto di partenza della stagione è stato aperto, sulla pista Levi Black dominata nelle ultime stagioni da Petra Vlhova. Che al termine della prima manche insegue, un po’ come la diretta rivale Mikaela Shiffrin. Sono lì, una vicina all’altra, separate da soli due piccolissimi centesimi, ma in terza e quarta posizione, pronte ad attaccare la testa della corsa nella seconda frazione.

Mikaela Shiffrin ©Agence Zoom

Là davanti a tutte c’è la tedesca Lena Duerr, che finora ha vinto un city event ed è in cerca del primo successo in uno slalom. È al comando con 45/100 di vantaggio nei confronti della svedese Anna Swenn Larsson, che precede appunto Mikaela Shiffrin e Petra Vlhova. Quinta posizione per due atlete: la slovena Ana Bucik e la svizzera Wendy Holdener. 

Bellissima prova della croata Zrinka Ljutic, che si è tuffata in pista con il 28 e ha fatto registrare il settimo tempo, a 77/100 dalla vetta e subito dietro al duo Bucik-Holdener, pari merito.

Anita Gulli ©Gabriele Facciotti

Bella qualifica di Anita Gulli, che entra con il ventiduesimo tempo e che dimostra che mettendoci anche il giusto atteggiamento si pesca la qualifica. Non si sono invece qualificate Lara Della Mea e Vera Tschurtschenthaler, le prime due azzurre a essere scese in pista, la prima è 35°, la seconda oltre la quarantesima posizione. Ancora più indietro Marta Rossetti, oltre la quarantacinquesima posizione.

C’era anche grande attesa per vedere la prima assoluta di Lara Colturi. Ebbene, alla sua prima apparizione è stata capace di strappare il 33° tempo a soli 9/100 dalla qualificazione.

Altre news

Roberta Melesi lancia un bel segnale: «Ho tirato fuori quello che sto costruendo»

Dietro a Marta Bassino e Federica Brignone (ieri nona con alcune sequenze buone e altre da rivedere) c'è qualcosa che si muove. Ed è una bellissima notizia per il gigante azzurro e più in generale per tutto il movimento....

Divertimento e spensieratezza le parole d’ordine di Marta Bassino

Prima di Soelden, gli addetti ai lavori che hanno avuto modo di seguire le atlete in pista, parlavano di due atlete in grande forma: la svedese Sara Hector (ieri terza) e l'azzurra Marta Bassino. Ma poi quel gigante sul...

Kilde apre le danze della velocità con un successo a Lake Louise

La prima discesa della stagione è nel segno di Aleksander Aamodt Kilde. A Lake Louise il maltempo concede una tregua: visibilità spesso piatta, a volte con il sole, ma pista bella compatta. Il norvegese, con il pettorale 6, primo...

Killington: Bassino seconda dietro solo a Gut-Behrami. Nona Brignone, Melesi ottima 11a, primi punti per Colturi

È di Lara Gut-Behrami il primo gigante della stagione. L'elvetica ha vinto la prova di Killington - con partenza abbassata per il vento - con soli 7/100 sull'azzurra Marta Bassino che centra subito il podio, il ventiduesimo della sua...