Immensa Sofi! Il cerchio si chiude: Coppa a Goggia, seconda nella discesa dietro a Vonn

Alla Vonn non è bastata la vittoria nell'ultima discesa. Goggia ha vinto per tre punti e in casa Italia è grande festa

0
Sofia Goggia con la sfera di cristallo ©FISI/Pentaphoto

Immensa, ha vinto tutto. Il suo magico cerchio si è chiuso. Sofia Goggia ha vinto tutto, dopo l’oro olimpico a PyeongChang, si è presa quella coppa di specialità che tanto sognava e che aveva nel mirino, tanto da annullare tutte le iniziative collaterali post Giochi Olimpici. Per tre punti ha vinto la sfera, davanti alla regina Lindsey Vonn. I ruoli sono invertiti, Sofia è la nuova regina e si prende ancora una volta tutta la scena. Alla campionessa americana non è bastata la vittoria della discesa di Aare. Sei centesimi più veloce della Goggia, sei centesimi che però non bastano perché con i 100 punti della vittoria e gli 80 della bergamasca, la classifica rimane invariata. E così Goggia torna in trionfo, in Svezia esplode la festa azzurra.

GARA ACCORCIATA – È stata una gara poco spettacolare, facile e accorciata perché ancora una volta questa mattina il vento soffiava forte. La prova di questa mattina, quella programmata alle 9,30 è stata annullata e così la gara è partita dal basso, nello stesso punto in cui era partita l’unica prova disputata. Vonn-Goggia, volti tirati perché solo alla fine si è decisa la gara.

LA GARA – Lindsey Vonn, come detto, ha vinto la gara in 55”65, precedendo di sei centesimi Sofia Goggia, seconda. Terza posizione per Alice McKennis, l’americana che ieri aveva fatto segnare il miglior tempo e sulla quale erano riposte le speranze della Vonn per uno scherzetto. Si fosse inserita al secondo posto, Lindsey Vonn avrebbe vinto la Coppa. Invece nulla, la sfera di cristallo prende l’aereo per Bergamo, proprio come Michela Moioli, la snowboarder che ha vinto oro olimpico e sfera come Sofia. «Bergamo capitale del mondo», aveva detto in passato Sofia.

LE ALTRE AZZURRE – Sesto posto per Johanna Schnarf, staccata di 43/100, decima Nadia Fanchini, a 71/100, mentre Federica Brignone non è partita per un po’ di nausea.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.