Il parallelo in Alta Badia ©Fisi/Pentaphoto

Sembra essere sempre più vicino il tramonto della combi, supercombinata, combinata alpina. Quella disciplina che ha cambiato più volte nome, ma che non ha mai preso piede e non ha mai entusiasmato. Neppure i telespettatori. Nell’ultimo congresso Fis, tenutosi nei giorni scorsi a Oberhofen (Svizzera), la questione è tornata sui tavoli. A febbraio verrà presa una decisione definitiva sul nuovo progetto della Federazione Internazionale.

PIÙ PARALLELI – L’idea è quella di aumentare lo spettacolo e quindi la combinata alpina potrebbe lasciare spazio al parallelo individuale ai Campionati Mondiali e ai Giochi Olimpici, mentre per la Coppa del Mondo si sta studiando l’introduzione in una tappa subito dopo l’apertura di Sölden dedicata appunto al parallelo individuale e a squadre.

MONDIALI JUNIORES – Intanto sono stati assegnati i Mondiali Juniores di sci alpino che si svolgeranno a Panorama (Canada) nel 2022 e a Hinterstoder (Austria) nel 2023. 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.