Dominik Paris ©Agence Zoom

Lo hanno soprannominato il sindaco della Stelvio, e hanno ragione. Dominik Paris ha letteralmente dominato le due discese di Bormio. Uno strapotere fisico e mentale che solamente Beat Feuz è riuscito a contenere. Pista ghiacciata, molto mossa ed estremamente tecnica sono le condizioni che Domme preferisce e soprattutto dove lui fa la differenza su tutta la concorrenza.

ALL’ATTACCO SEMPRE DELLA PENDENZA – Ci ha veramente impressionato questa volta, sempre ben in equilibrio, centrale e in continua spinta. Un atteggiamento sempre alla ricerca della velocità, anche se gli sci sbattevano tantissimo lui riusciva sempre ad essere all’attacco della pendenza. Poche volte ho visto un atleta trovarsi cosi a proprio agio su una pista cosi difficile, sembrava veramente a casa sua…ma in effetti la Stelvio è casa sua. Ormai sono due stagioni che Paris ha raggiunto una maturità mentale e sportiva che gli permette di essere veloce su tutte le piste e in tutte le condizioni. La Coppa del Mondo di discesa se la merita tutta e forse questo è l’anno buono. Vai Domme, continua a farci sognare.