Il gigante delle sorprese: vince Viktoria Rebensburg

La tedesca precede di 4 centesimi Tina Maze, lontane le azzurre

Il gigante dei due giorni è un gigante delle sorprese. Non ci sono le specialiste in classifica: fuori dal podio Kathrin Zettel e Kathrin Hoelzl, lontane Tanja Poutiainen e Tessa Worley. La vittoria va ancora alla Germania, questa volta con la giovane Viktoria Rebensburg, classe 89, più supergigantista che gigantista, che dalla sesta posizione di ieri, è salita sul gradino più alto del podio. Medaglia d’argento per Tina Maze a soli 4 centesimi dalla tedesca, bronzo per Elisabeth Goergl, al comando dopo la prima manche. Giornata nera per le azzurre: l’attesa per Manuela Moelgg, ottava dopo la prima manche e non lontana dal bronzo, finisce presto: subito un errore con oltre mezzo secondo lasciato per strada. Chiude la manche con un ritardo di 1"72: alla fine è diciassettesima, staccata di 1"55. Diciottesima Federica Brignone, ventesima Nicole Gius, ventitreesima Denise Karbon, oggi prima a partire dopo il trentesimo posto di ieri, che si può consolare con il miglior tempo di manche.

Altre news

L’avventura di Lara Colturi in Cile raccontata da Daniela Ceccarelli

Lara Colturi è entra nel mondo dei grandi. Si, perchè il circuito Fis è tutto un altro pianeta, è lo sci che conta davvero, è un'altra storia rispetto alla categoria Children. E subito in Sudamerica le prime gare per...

Fisi: Stefano Maldifassi si candida alla presidenza. «Ho in mente una Federazione nuova»

«Pensare e vivere gli sport invernali». Questo lo slogan che chiude un breve video realizzato per annunciare la candidatura in Fisi di Stefano Maldifassi. È ingegnere biomeccanico, cinque volte campione italiano di skeleton e allenatore di quarto livello; Maldifassi...

A La Parva Colturi centra una doppietta in slalom; Tranchina secondo in gara-2

Doppietta in gigante la scorsa settimana, bis ieri e l'altro ieri in slalom. Lara Colturi ha fatto uno-due anche tra i rapid gates di La Parva, dove si sono svolte altre gare Fis. Possiamo dire che in quattro gare...

Marsaglia lotta ancora con entusiasmo: «Conta essere veloci, non l’età»

Matteo Marsaglia non molla, anzi, rilancia. Il romano di San Sicario, trentasette primavere a ottobre, è deciso più che mai per un'altra stagione in Coppa del Mondo. Reduce da un'annata davvero positiva, dove fra le varie prestazioni confortanti ha...