La città di Stoccolma ha ufficialmente rinunciato a candidarsi per le Olimpiadi Invernali del 2026. Un ritiro formalizzato dalla sindaca della capitale svedese Karin Wanngard, che ha motivato la decisione con il fatto che «il Cio non ci ha ancora fatto sapere di quanto sarebbe stato il suo eventuale contributo economico. C’era quindi il rischio di costi eccessivi e troppo poco tempo per fare un’approfondita analisi della situazione. Noi del partito socialdemocratico abbiamo sempre pensato che l’Olimpiade sarebbe stata una grande occasione per la crescita e lo sviluppo di Stoccolma, ma sfortunatamente siamo gli unici ad avere questa posizione». Con la rinuncia della capitale svedese non esistono al momento candidate per l’edizione numero 25 dell’evento sportivo invernale più importante al mondo che arriverà dopo PyeongChang 2018 e Pechino 2022, mentre le Olimpiadi Estive del 2020 toccheranno Tokyo e nel 2024 la scelta è ristretta alle sole Parigi e Los Angeles.