Eyof, Baur oro in slalom. Broglio 24°

EYOF 2023 FVG LIVE – Nevica meno, ma nevica comunque in continuazione in questo angolo di Tarvisiano. Ma un applauso va fatto agli organizzatori che hanno permesso di mettere in piedi lo slalom maschile che ha assegnato le prime medaglie del Festival Olimpico della Gioventù Europa. Certo, il pendio si segnava, ma non bisognava fare calcoli ed era necessario attaccare a dovere. Poi partire davanti è sempre un vantaggio lo sappiamo, ma adattarsi rimaneva la regola numero uno. «Poche storie e giù a tutta sfruttando le vasche per accellerare»,  incitavano i giovani leoni via radio i coach azzurri. Sulla Di Prampero di Tarvisio è stato Pietro Broglio il migliore dei nostri e si è districato discretamente. Il valdostano tesserato Courmayeur, più votato a gigante e superG, parte con il 35 e si infila nei 30: al termine della seconda sessione chiude con un 24° tempo finale a 4.56 dalla testa della classifica.

Broglio sulla Di Prampero ©Eyof 2023

La medaglia d’oro è al collo del francese Emile Baur che recupera dalla quinta posizione e nella seconda sessione trionfa. Argento a 14 centesimi per lo svedese Gustav Wissting. Bronzo invece per l’austriaco Moritz Zudrell a 49 centesimi dal transalpino. Il capofila della prima run, lo svizzero Aurelio Wyrsch, è beffato e chiude a legno. Poi arriva la Spagna con Alex Aubert Serracanta e poi lo svedese Philip Jonsson. Il tedesco Lukas Krauss è settimo e poi ci sono due atleti islandesi a sorpresa: Matthias Kristinsson e Bjarni Hauksson. A chiudere la top ten il norvegese Peter Lunder.

il podio ©Eyof 2023

Per quanto riguarda gli altri italiani, il velocista Glauco Antonioli non centra la top trenta nella prima frazione e termina 32° a 5.66 guadagnando qualche piazza. Nella prima frazione era deragliato Jakob Franzelin al via con il 9 e il nostro miglior interprete delle porte strette. Out nella seconda manche invece Jacopo Claudani. Domani tocca alle ragazze nello slalom di Tarvisio: al via Giorgia Collomb, Ludovica Righi, Tatum Bieler e Sofia Amigoni.  Il tecnico azzurro Paolo Boldrini al termine della gara ci fa sapere: «Serve più carattere, ma forse la gara non positiva nel complesso è dovuta anche alla tensione per l’appuntamento. Paradossalmente quelli più votati a gigante e soprattutto velocità sono andati meglio, vedi Broglio e Antonioli. Claudani ha fatto fatica da subito, peccato per Franzelin che all’intertempo era buono ma poi alla prima difficoltà è uscito. Guardiamo alle donne, domani c’è lo slalom. Abbiamo rotto il ghiaccio e concentriamoci per i prossimi appuntamenti».

Altre news

Ecco i 18 nuovi istruttori nazionali. C’è anche Nadia Fanchini

A Livigno, dopo 25 giorni di corso totali e in seguito ad un anno dall'esame di selezione, si sono svolti gli esami finali per i nuovi pretendenti istruttori nazionali di sci alpino. Sono 18 e fra questi c'è anche...

Gardena, successo per il Fis Speed Camp

Successo per il secondo Speed Camp in Val Gardena organizzato nella ski area Plan De Gralba sulla pista Piz Sella dal Saslong Classic Club, la realtà presieduta da Rainer Senoner che organizza la Coppa del Mondo maschile di velocità...

Lancia Torino, Croce: «Dopo Gulli, Cecere in azzurro. Nella categoria Giovani i risultati che contano»

In punta di piedi, senza strafare, senza dominare le circoscrizioni. Ma con metodo, quello della chiarezza delle priorità, quello dello step by step, quello del non fare proclami di guerra. E soprattutto il metodo dei fatti. Ecco lo Sci...

Il Tar dà ragione a Roda sulle elezioni: «Riconosciuto che operiamo nella piena legittimità»

Il Tar del Lazio, con sentenza n. 7101/2024, ha rigettato i ricorsi presentati da Stefano Maldifassi avverso la candidatura di Flavio Roda e gli esiti della assemblea che lo ha rieletto Presidente nel 2022. Il TAR ha giudicato i...