Eyof, Baur oro in slalom. Broglio 24°

EYOF 2023 FVG LIVE – Nevica meno, ma nevica comunque in continuazione in questo angolo di Tarvisiano. Ma un applauso va fatto agli organizzatori che hanno permesso di mettere in piedi lo slalom maschile che ha assegnato le prime medaglie del Festival Olimpico della Gioventù Europa. Certo, il pendio si segnava, ma non bisognava fare calcoli ed era necessario attaccare a dovere. Poi partire davanti è sempre un vantaggio lo sappiamo, ma adattarsi rimaneva la regola numero uno. «Poche storie e giù a tutta sfruttando le vasche per accellerare»,  incitavano i giovani leoni via radio i coach azzurri. Sulla Di Prampero di Tarvisio è stato Pietro Broglio il migliore dei nostri e si è districato discretamente. Il valdostano tesserato Courmayeur, più votato a gigante e superG, parte con il 35 e si infila nei 30: al termine della seconda sessione chiude con un 24° tempo finale a 4.56 dalla testa della classifica.

Broglio sulla Di Prampero ©Eyof 2023

La medaglia d’oro è al collo del francese Emile Baur che recupera dalla quinta posizione e nella seconda sessione trionfa. Argento a 14 centesimi per lo svedese Gustav Wissting. Bronzo invece per l’austriaco Moritz Zudrell a 49 centesimi dal transalpino. Il capofila della prima run, lo svizzero Aurelio Wyrsch, è beffato e chiude a legno. Poi arriva la Spagna con Alex Aubert Serracanta e poi lo svedese Philip Jonsson. Il tedesco Lukas Krauss è settimo e poi ci sono due atleti islandesi a sorpresa: Matthias Kristinsson e Bjarni Hauksson. A chiudere la top ten il norvegese Peter Lunder.

il podio ©Eyof 2023

Per quanto riguarda gli altri italiani, il velocista Glauco Antonioli non centra la top trenta nella prima frazione e termina 32° a 5.66 guadagnando qualche piazza. Nella prima frazione era deragliato Jakob Franzelin al via con il 9 e il nostro miglior interprete delle porte strette. Out nella seconda manche invece Jacopo Claudani. Domani tocca alle ragazze nello slalom di Tarvisio: al via Giorgia Collomb, Ludovica Righi, Tatum Bieler e Sofia Amigoni.  Il tecnico azzurro Paolo Boldrini al termine della gara ci fa sapere: «Serve più carattere, ma forse la gara non positiva nel complesso è dovuta anche alla tensione per l’appuntamento. Paradossalmente quelli più votati a gigante e soprattutto velocità sono andati meglio, vedi Broglio e Antonioli. Claudani ha fatto fatica da subito, peccato per Franzelin che all’intertempo era buono ma poi alla prima difficoltà è uscito. Guardiamo alle donne, domani c’è lo slalom. Abbiamo rotto il ghiaccio e concentriamoci per i prossimi appuntamenti».

Altre news

Mikaela saluta Elena: «Passione e gentilezza, impatto forte e positivo sul nostro mondo»

MÉRIBEL - La festa si ferma, le medaglie passano in secondo piano, perché nel cuore della serata è arrivata la notizia della morte di Elena Fanchini. L'ex sciatrice è morta a 37 anni, stroncata da un tumore. Poca voglia...

Se ne è andata Elena Fanchini

È morta Elena Fanchini, ex sciatrice che lottava contro un tumore, 37 anni. Era malata da tempo e Sofia Goggia le aveva dedicato la vittoria della discesa di Cortina d'Ampezzo. A gennaio del 2018 aveva annunciato che avrebbe lasciato lo...

Marta superGigante: «Una vittoria di peso, ho studiato la discesa di Vonn alle Finali 2015»

Isolde Kostner oro a Sestriere nel 1997, Marta Bassino oro a Méribel nel 2023. Ventisei anni dopo l’Italia torna sul gradino più alto del podio nel superG, una disciplina che la cuneese ha sempre fatto, ma che ultimamente le...

Kilde precede Innerhofer nella prima prova della discesa di Courchevel

Aleksander Aamodt Kilde ha realizzato il miglior tempo nella prima prova cronometrata della discesa maschile di Courchevel. Il norvegese ha impiegato 1’48”81 per affrontare l’Eclypse, affrontando a gran velocità i lunghi curvoni del “Mur du Son”. Christof Innerhofer è stato...