È uscito Race ski magazine 171

La stagione per molti è finita, per qualcuno va avanti, tra gli ultimi test dei materiali o gli archi del Master Istruttori. L’inverno sta lasciando spazio alla primavera, periodo di bilanci, cambiamenti, novità e programmazione per il futuro. 

Archiviata la solita sfilza di rassegne tricolori, è tempo di ripercorrere l’inverno attraverso Race ski magazine 171, l’ultimo numero dell’inverno. È l’uscita di fine stagione, dove si riassume quanto successo e si dà ampio spazio al futuro, ai giovani, ai protagonisti dei Campionati Italiani, non prima di aver raccontato qualche personaggio della Coppa del Mondo, con un focus sullo slalom.

LA ROULETTE DELLO SLALOM – Mai come quest’anno, forse, c’è stata incertezza in questa disciplina un tempo dominata da Marcel Hirscher. Tanti atleti in grado di vincere, diversi emergenti pronti ad approfittarne, anche per via di condizioni di neve più semplici. Una panoramica generale: atleti affermati, ritorni e novità. 

©Redbull Content Pool

VINATZER E IL BRONZO SCACCIAPENSIERI – I risultati li ha sempre avuti nelle gambe, ma arrivare a mettersi al collo la medaglia iridata non era così scontato dopo una stagione ricca di errori e priva di molte certezze. Alex ha però saputo invertire la rotta nel momento più importante. E pensare che non ha tirato a tutto gas, ma ha saputo/dovuto gestire le forze. 

©Atomic/Gepa Pictures

NUOVA DIVINITÀ – Arriva dalla Grecia il nome nuovo dello slalom e, più in generale, della Coppa del Mondo. AJ Ginnis ha stupito tutti portando la sua nazione per la prima volta sul podio del circuito e poi su quello iridato. Ha cancellato gli infortuni e mostrato il suo valore. La curiosa storia di questo ragazzo che ha lasciato il segno nella seconda metà della stagione. 

©Agence Zoom

DEL DIO CONTENTO A METÀ – Il responsabile dello slalom azzurro è soddisfatto del progresso, ma va poco oltre la sufficienza perché il potenziale della squadra è elevato e i risultati sarebbero potuti essere migliori. L’intervista al tecnico, con un grande passato in Francia. 

CRAZY LAURENCE – L’ennesimo giorno di Mikaela Shiffrin sembrava essere dietro l’angolo e invece sulla soleggiata pista di Méribel è nata la stella St-Germain, che qualche segnale lo aveva già lanciato in passato, senza però mai salire sul podio di Coppa. 

©Agence Zoom

SPRAZZI DI SLALOM – Miglior tempo di Lara Della Mea nella seconda manche iridata, posto fisso di Beatrice Sola, punti e piazzamenti di diverse ragazze. Le azzurre delle porte strette lavorano senza sosta con allenamenti anche in gigante e stanno cercando la strada per risalire.

©Pentaphoto

Ma parliamo anche degli skidome e del nuovo boom di quest’ultimo periodo, figlio di una situazione dei ghiacciai sempre più al limite, parleremo dei Campionati Italiani Aspiranti e Assoluti di La Thuile, con l’accento sulle due giovani d’oro: Ludovica Righi e Giorgia Collomb. E poi ancora del Criterium Cuccioli di Folgaria, del Memorial Fosson e del primo successo dello sci club Sestriere, dei Campionati Italiani Ragazzi e Allievi di Ponte di Legno e degli sci club 13 Clusone, Lancia Torino e Bardonecchia. 

©Gabriele Facciotti

Race ski magazine 171 è ormai in edicola e in distribuzione agli abbonati. Un numero di 144 pagine (prezzo copertina 6 euro) che chiude la stagione 2022/2023. È altresì possibile acquistarlo direttamente dal nostro store. 

Altre news

Grazie Razzo, è stato un lungo ed inimitabile viaggio

Oggi è arrivata la notizia ufficiale, da settimane nell'aria: Giuliano Razzoli ha detto basta. L'olimpionico del 2010 (suo due stagioni fa l'ultimo podio della squadra azzurra in slalom in Coppa del Mondo) lascia l'agonismo e noi vi riproponiamo l'editoriale di aprile...

Oreste Peccedi e l’idea della Stelvio di Bormio

Nel ricordo di Oreste Peccedi vi riproponiamo il racconto sulla nascita della Stelvio di Bormio, pubblicato sul numero 166 di Race Ski Magazine. Ci sono persone che quando parlano non finiresti mai di ascoltarle. Non servono tante domande, il loro...

Lo sci piange Oreste Peccedi

Lutto nel mondo dello sci alpino, è scomparso, a 84 anni, Oreste Peccedi ex allenatore della Valanga Azzurra, uno dei più importanti personaggi della storia dello sci alpino italiano. Peccedi, nato a Bormio nel 1939, cominciò a fare l’allenatore di...

Master istruttori, dopo l’orale i 12 accedono al corso: primo modulo teorico a luglio

Erano oltre 100 al gigante divisi in batterie sulle nevi di Livigno e poi l'altra selezione della prova degli archi sempre nella località dell'Alta Valtellina. Adesso l'ultimo atto con l'esame orale e la discussione della tesina a Milano nella...