Come sarà la prossima Coppa del Mondo?

Si salva il superG, parallelo messo un po’ a margine, una nuova concezione della combinata, poi più Stati Uniti e niente Cina.
Questo un po’ quello che emerge dalla bozza del calendario di Coppa del Mondo 2022-2023 che verrà ratificato solo a maggio nel congresso di Milano. Da prendere appunto come tale perché tanti sono i punti da chiarire.

Le certezze. L’opening il 22 e 23 ottobre con i giganti di Sölden, debutta quello della velocità a Zermatt-Cervinia (il 29 e 30 ottobre le gare maschile, il 5 e 6 novembre quelle femminili). Le finali sono previste ad Andorra dal 13 marzo. E sarà l’anno dei Mondiali, quelli di Courchevel-Méribel, da 6 ale 19 febbraio. 

In questo pre-calendario ci sono 13 discese, 8 superG, 10 slalom gigante e 10 slalom, rimane un solo parallelo, quello di Lech, non sono previste gare sulle piste olimpiche cinesi, mentre il circuito maschile dovrebbe tornare negli Stati Uniti anche tra fine febbraio e inizio marzo con le tappe di Tahoe e Aspen. Resta, nonostante le difficoltà dell’ultimo inverno, la tappa di Zagabria, le discese di Kvitfjell sarebbero al femminile.
Le tappe italiane di Coppa: a dicembre Val Gardena, Alta Badia, Madonna di Campiglio e Bormio, ma è prevista anche Sestriere con gigante e slalom femminile. In più Cortina e Kronplatz. E sarà un gennaio di fuoco per il circuito femminile con ben 14 gare previste… 

Scompare la combinata alpina, almeno intesa quella velocità e slalom, ma il progetto è quello di cinque kombi sia di velocità che di discipline tecniche. In sostanza, somma dei tempi di discesa e superG, somma dei tempi di slalom e gigante. Le speed sarebbero a Kitzbühel, Wengen e Val Gardena per gli uomini, a St.Anton, St.Moritz e Cortina d’Ampezzo per le donne, le technik a Val d’Isére, Alta Badia/Madonna di Campiglio e Adelboden al maschile, Semmering, Killington e Sestriere al femminile. E dunque tantissimi punti in palio per la generale.

Sulle kombi, ma anche sullo stesso calendario, le discussioni e le perplessità non mancano: vedremo a fine maggio quali saranno le decisioni finali della Fis.

Altre news

Scivolata in allenamento per Sofia Goggia, ma la situazione è sotto controllo

Qualche attimo di apprensione, ma la situazione è presto rientrata nella normalità. Sofia Goggia stava preparando i Mondiali con un secondo allenamento a Passo San Pellegrino, training interrotto da una caduta: «Si è trattato di una scivolata, in realtà...

Coppa Europa, all’austriaco Traninger il secondo superG di Orcières

La settimana veloce di Coppa Europa maschile ad Orcières si completa con un secondo superG. Giornata di sole sulle nevi francesi con una sfida giocata sul filo dei centesimi, con la top ten in mezzo secondo. Sigillo vincente dell’austriaco...

Limone, Haller domina lo slalom. Nel GPI Collomb anticipa Mondinelli e Bieler

Due giorni di Gran Premio Italia femminile a Limone Piemonte nell'evento organizzato da Equipe Limone e Ski College Limone. Nello slalom si impone con decisione Celina Haller: l'azzurra anticipa la compagna di squadra Emilia Mondinelli staccandola di 1.02. A...

Battisti sbanca Alleghe: suo il gigante e GPI Senior. Ancora Bertoldini nel GPI Junior

Ad Alleghe primo dei tre giorni di Gran Premio Italia. In programma un gigante Fis che ha visto il netto dominio di Alberto Battisti. Il senior dell'Esercito conquista anche la tappa del Gran Premio Italia Senior. Distacchi importanti infligge l'altoatesino:...