Emanuele Buzzi ©Fisi/Pentaphoto

In continua crescita, fisica, mentale, tecnica. Ci sta piacendo sempre di più gara dopo gara: Emanuele Buzzi è senza ombra di dubbio il nostro giovane più promettente e su cui puntare forte per le discipline veloci. L’avevamo lasciato lo scorso anno con una caduta in discesa alle finali di Are che gli ha tolto probabilmente una prestazione tra i top 5, ma sono sicuro che ci arriverà molto presto.

MATURATO – Fisicamente è maturato, ma il salto di qualità lo ha fatto tecnicamente, compatto e centrale, in equilibrio sugli appoggi. Soprattutto riesce ad esprimersi al meglio su tutti i pendii e su tutte le condizioni di neve. La tappa Nordamericana è stata sicuramente positiva per Emanuele che raccoglie punti in 3 gare su 4, anche se con qualche recriminazione per errori commessi sopratutto per inesperienza, ma con il passare del tempo anche questo dettaglio verrà colmato e allora lo vedremo stabilmente nelle prime 15 posizioni sia in discesa sia in superG. E magari anche più in alto.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.