Brignone: «Mi è mancato qualcosina, ma contenta di questo fine settimana. Pettorale rosso? Troppo presto fare calcoli»

Un podio dietro l’altro per Federica Brignone, che si è sbloccata o più semplicemente ha trovato le giuste sensazioni che erano un po’ mancata nelle prime gare stagionali. La valdostana è al terzo podio in questo 2022/2023 e risponde ancora una volta presente alla vigilia di appuntamenti a cui tiene tanto, come le gare italiane di Cortina d’Ampezzo e Kronplatz e i Campionati Mondiali di Courchevel-Méribel, ormai dietro l’angolo.

Federica Brignone in azione ©Agence Zoom

Per la 32enne di La Salle è arrivato il 52° podio della carriera, che la fa diventare la sciatrice italiana che più volte è riuscita a salirci. Brignone torna con il pettorale rosso in superG (lo scorso anno ha vinto la coppa di specialità) con 209 punti, contro i 192 di Lara Gut-Behrami e i 190 di Elena Curtoni, che lo aveva indosso fino a questa mattina insieme a Ragnhild Mowinckel. E Brignone conquista punti preziosi anche per la classifica generale, che ora la vede al quinto posto con 559 punti, comunque lontana da una Mikaela Shiffrin che ne ha 1195 e che sembra davvero irraggiungibile per tutti in questa stagione. «Sono leader della classifica di specialità ma mancano ancora troppe gare per parlare. Voglio continuare a sciare così e so che se riesco a farlo come in gara-1 posso togliermi tante soddisfazioni – racconta -. Non è ancora finita però, voglio far bene nelle gare italiane, dei record ne parleremo a carriera finita. A Cortina mi sentirò quasi in dovere di perfomare, dopo il quarto posto in supergigante per questione di centesimi lo scorso anno e la discesa in cui avevo fatto dei buoni intermedi. Salire sul podio di Cortina sarebbe un sogno, ci arrivo bella in forma e cercherò di dare il mio massimo».

Federica Brignone e Marta Bassino ©Agence Zoom

E sulla gara di oggi, Federica è contenta a metà: «Sotto non sono riuscita a spingere come avrei voluto o almeno quanto avevo fatto nella gara precedente – dice – Ho fatto ancora un errore all’Icefall, non avevo troppa velocità dopo il salto. Anche nella parte finale la neve era più morbida e non sono riuscita a fare bene velocità, ad aggredirlo». Ma chiude un fine settimana davvero positivo: «Sono molto soddisfatta,

Un ottimo fine settimana comunque: sono molto sodisfatta. Sono contenta soprattutto di come sto sciando, anche se oggi mi è mancato qualcosina: non mi sono fidata tanto e sono arrivata vicina al primo posto».

Altre news

Gli ultimi convocati della Svizzera per i Mondiali

Swiss-Ski, dopo lo slalom di Chamonix, ha integrato la rosa dei convocati per i Mondiali. E se sui nomi di Daniel Yule e Ramon Zenhäusern non c’erano dubbi, i tre che hanno vinto la concorrenza interna sono Semyel Bissig,...

Contingente pieno per Ski Austria per i Mondiali di Courchevel-Méribel

Contingente pieno per Ski Austria per i Mondiali di Courchevel-Méribel: ventiquattro atleti, equamente divisi. Le dodici atlete convocate sono Franziska Gritsch, Ricarda Haaser, Katharina Huber, Cornelia Hütter, Katharina Liensberger, Nina Ortlieb, Mirjam Puchner, Julia Scheib, Ramona Siebenhofer, Tamara Tippler,...

Dürr, Weidle, Strasser: ecco i 14 tedeschi per i Mondiali

Sono quattordici gli atleti scelti da DSV per difendere i colori della Germania. Cinque nella squadra femminile con due capitane: Lena Dürr per lo slalom, Kira Weidle per la discesa, oltre al giovane talento Emma Aicher, Andrea Filser e...

Ecco le convocazioni dell’Italia per i Mondiali di Courchevel-Méribel

Eccoli i 24 azzurri per i Mondiali di Courchevel/Méribel. Sono tredici nella squadra maschile: nella prima settimana dedicata alla velocità, occhi puntati dunque su Dominik Paris, Mattia Casse, Florian Schieder, Matteo Marsaglia, Christof Innerhofer oltre al debuttante Guglielmo Bosca. Per...