A Bormio si lavora senza sosta per preparare la Stelvio

La Stelvio si prepara ad accogliere gli uomini jet della tradizionale tappa di Coppa del Mondo tra Natale e Capodanno. Due gare, magari tre, visto che a Lake Louise ieri sono tutti rimasti in albergo. Le precipitazioni nevose dei giorni scorsi hanno portato nella parte alta della pista Stelvio una quarantina di centimetri di coltre nevosa a Bormio 3000 e una ventina a Bormio 2000. Dopo un’estate torrida e un inizio di autunno assai mite, con temperature alte fino a fine ottobre che hanno purtroppo falcidiato il calendario della Coppa del Mondo costringendo la FIS ad annullare 7 gare su 8, un po’ tutti aspettavano con trepidazione la prima nevicata della stagione. E, finalmente, la neve è scesa permettendo agli operatori di incominciare a lavorare sul tracciato della Stelvio. Certo, per dicembre ci si aspetta di vedere nevicate di altra portata e una Stelvio imbiancata da cima a fondo, ma intanto la prima neve fa ben sperare in previsione delle due gare di Coppa del Mondo previste a Bormio il 28 dicembre (discesa) e il 29 dicembre (superG).

Intanto nell’ultimo periodo hanno incominciato a entrare in funzione a pieno regime anche i cannoni sparaneve che, approfittando delle giornate con temperature sotto lo zero termico, hanno iniziato a produrre cumuli nevosi (soprattuto nei pressi del canalino Sertorelli, vicino al salto di Fontanalunga, alla Konta) necessari poi per preparare a dovere la pista. Ora, dopo questo anticipo, si attende l’arrivo di altra neve e, soprattutto, di altre giornate con temperature rigide, idonee per poter poi sparare la neve necessaria per rendere la Stelvio ancora una volta bella e performante.

Altre news

Se ne è andata Elena Fanchini

È morta Elena Fanchini, ex sciatrice che lottava contro un tumore, 37 anni. Era malata da tempo e Sofia Goggia le aveva dedicato la vittoria della discesa di Cortina d'Ampezzo. A gennaio del 2018 aveva annunciato che avrebbe lasciato lo...

Marta superGigante: «Una vittoria di peso, ho studiato la discesa di Vonn alle Finali 2015»

Isolde Kostner oro a Sestriere nel 1997, Marta Bassino oro a Méribel nel 2023. Ventisei anni dopo l’Italia torna sul gradino più alto del podio nel superG, una disciplina che la cuneese ha sempre fatto, ma che ultimamente le...

Kilde precede Innerhofer nella prima prova della discesa di Courchevel

Aleksander Aamodt Kilde ha realizzato il miglior tempo nella prima prova cronometrata della discesa maschile di Courchevel. Il norvegese ha impiegato 1’48”81 per affrontare l’Eclypse, affrontando a gran velocità i lunghi curvoni del “Mur du Son”. Christof Innerhofer è stato...

Il capolavoro di Marta – fotogallery

    Che spettacolo, che sciata, che capolavoro! Marta Bassino si prende uno strepitoso oro nel superG dei Campionati Mondiali di Courchevel-Méribel. Una sciata splendida, una prestazione che tiene a 11/100 una certa Mikaela Shiffrin.