Un muro verticale, una lastra perfida di ghiaccio, un striscia bianca in mezzo al bosco con pendenze severe. Ecco la Maierl, la pista che ha ospitato per la prima volta lo slalom di Coppa Europa di Obereggen giunto alla trentatreesima edizione. Una gara organizzata alla perfezione, un manto e un attenzione ai particolari degna davvero della Coppa del Mondo.

Course Name Maierl ©Gabriele Pezzaglia
Course Name Maierl ©Gabriele Pezzaglia

Ed è stato lo svizzero Loic Meillard, classe ’96 quindi ancora juniores, a mettere il timbro sulla classica di Obereggen. In testa dopo la prima manche, l’elvetico si conferma padrone e riesce a contenere la rimonta dalla settima piazza dell’iridato francese Jean-Baptiste Grange, attardato di soli 19 centesimi. Il podio è completato dallo svizzero Daniel Yule a 33 centesimi dalla vetta della classifica, a dimostrazione di un podio sicuramente regale. Poi arriva la Norvegia. Quarto posto per Leif kristian Haugen e quinto per Jonathan Nordbotten. Quindi il tedesco Linus Strasser, lo svizzero Ramon Zenhausern, il norvegese Sebastian Foss-Solevagg e il croato Istok Rodes.

GUARDA LA CLASSIFICA

La concentrazione di Tommaso sala ©Gabriele Pezzaglia
La concentrazione di Tommaso Sala ©Gabriele Pezzaglia

SALA C’E’: CHIUDE DECIMO – A chiudere la top ten ecco Tommaso Sala: dopo il tredicesimo posto in Val d’Isere, il brianzolo termina quinto la prima manche in Val d’Ega. Poi arretra al decimo posto è vero, ma il risultato visto i nomi presenti oggi non è mica da buttar via. Anzi. Bravo Tommy allora e domani ti aspettiamo ancora più brillante a Pozza di Fassa.

Giordano Ronci in partenza fra Luca e Tiziano Vuerich ©Gabriele Pezzaglia
Giordano Ronci in partenza fra Luca e Tiziano Vuerich ©Gabriele Pezzaglia

RONCI DERAGLIA – Peccato invece per Giordano Ronci: il romano, quinto a Levi, dodicesimo dopo la prima frazione questa mattina, deraglia nella seconda sessione. Prima un errore, poi lo sci che salta via. Alla prossima Giordà: la forma c’è, come si è visto anche a Pampeago di Tesero.

Un primo piano di Davide Da Villa ©Gabriele Pezzaglia
Un primo piano di Davide Da Villa ©Gabriele Pezzaglia

BRILLA DA VILLA – Applausi a scena aperta per Davide Da Villa. Messi finalmente alle spalle gli infortuni, il trentino piazza un bel colpo sulla ghiacciata Maierl. Al via con il 62, si qualifica a ridosso dei venti e nella seconda attacca a tutta: chiude con un ottimo sedicesimo posto, il miglior risultato in carriera. Guadagna qualche posizione dopo la prima frazione Andrea Ballerin: termina diciannovesimo, ma da Ballero ci si aspetta molto di più. Degli oltre 100 concorrenti concludono la seconda manche solo 34.

Andrea Ballerin in ricognizione con Daniele Simoncelli sulla Maierl @Gabriele Pezzaglia
Andrea Ballerin in ricognizione con Daniele Simoncelli sulla Maierl @Gabriele Pezzaglia

Nella seconda frazione escono Nicolò Colombi, Stefano Baruffaldi, Simon Maurberger, Federico Liberatore, alla prima gara della stagione 2017, quindi Fabian Bacher.

In rico Federico Liberatore con il coach Enrico Vicenzi ©Gabriele Pezzaglia
In rico Federico Liberatore con il coach Enrico Vicenzi ©Gabriele Pezzaglia

Nel primo round hanno abbandonato il campo di battaglia invece Cristian Deville, Alex Hofer, Andrea Squassino, Hannes Zingerle, Hans Vaccari, Andrea Testa, Nicola Rota, Nicolò Menegalli e Davide Brignone. Domani ancora Coppa Europa in Italia: tutti in pista a Pozza di Fassa sulla Aloch per il quarto slalom dell’inverno 2017. Prima manche ore 14. Lo spettacolo sarà ancora assicurato…