Giuliano Razzoli al termine della prima manche nel parterre ©Gabriele Pezzaglia

Secondo a 16 centesimi dal norvegese Henrik Kristoffersen: Giuliano Razzoli ha portato a termine davvero un’ottima prima manche sulla Silberhorn di Wengen, che ospita oggi il quinto slalom della stagione 2016 di Coppa del Mondo. E’ vero, i distacchi anche dopo l’emiliano non sono alti, ma il reggiano di Villa Minozzo vuole finalmente lasciare il segno e così sogna in grande.

DETERMINAZIONE RAZZOLI – Ecco cosa ci ha detto nella finish area al termine della prima sessione dello slalom bernese: «Continuo a sciare bene, con intensità. Voglio riprendermi quello che mi è stato tolto, nella seconda manche bisognerà attaccare senza risparmiarsi perchè i distacchi sono abbastanza contenuti. Nella prima parte dove era necessario spingere e fare velocità di continuo, sono andato molto bene; poi c’è la stradina che immette sul muro finale dove non puoi guadagnare ma al massimo perdere se commetti anche una piccola sbavatura. Nel muro finale che porta al traguardo ho tenuto un po’ a dire la verità, non ho voluto rischiare. Il podio? Possibile certo, come è possibile battere Kristoffersen, tutto si può fare! Ho ancora un po’ male al ginocchio destro, ma devo stringere i denti…».

SECONDA MANCHE 13.30 – Seconda manche ore 13.30. Con Giuliano Razzoli secondo e Stefano Gross quinto lo spettacolo è assicurato. Sarà il primo podio della stagione per il team delle porte strette?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.