LIVE – Bassino: «Tranquilla anche dopo la prima manche. Il mio idolo? Ted Ligety»

SOELDEN - Ecco le dichiarazioni della cuneese dopo il suo primo podio in Coppa del Mondo

0
Marta Bassino ©Andrea Chiericato

Marta Bassino si gode il suo primo podio in Coppa del Mondo. È quasi spaesata, incredula, quasi impacciata in conferenza stampa. «Non so cosa sia successo, anche dopo la prima manche sono rimasta tranquilla – racconta nel post conferenza -. In allenamento stavo sciando forte, come tutti dicevano, però in allenamento è una cosa, in gara cambia sempre tutto». Bassino riceve applausi e abbracci dallo staff azzurro, dal suo skiman Federico Brunelli, dallo staff Salomon. In tanti le dicono che è magra, che ha le gambe piccole, ma lei risponde: «Non vuol dire nulla, lo sci è una cosa, il mio corpo un’altra». Successivamente aggiunge: «Non sono preoccupata più di tanto, non prendo chili neanche se mi dopo – dice ridendo -. La prima volta a Soelden ero sconvolta, sotto i piedi ballava tutto, il Rettenbach era davvero difficile». Poi ha analizzato la sua sciata e la sua prestazione. «Finalmente sono riuscita a fare due manches come si deve, ho cercato di tenere qualcosina sul muro per poi mollare tutto dalla lunga in poi». La sua preparazione non è cambiata più di tanto. «Ho aumentato un po’ l’intesità, non ho cambiato molto – chiude -. Il mio idolo? Ted Ligety da sempre». Il tempo stringe, Marta deve correre al controllo antidoping, ci saluta, lascia la sala stampa, con il suo solito sorriso, oggi ancora più grande. Complimenti Marta!