Cannoni già in azione a Killington. Caduta in bici per Maria Pietilae-Holmner

Nel New England si lavora già sulla pista da gara a oltre un mese dallo storico esordio in Coppa del Mondo. Per la svedese tanta paura, ma nessuna conseguenza grave

0
Cannoni in azione a Killington (@Pag. FB ufficiale Killington resort)

Tra gli addetti ai lavori c’è una sola perplessità legata alla tappa di Coppa del Mondo femminile prevista a Killington, nel Vermont, Stati Uniti, a fine novembre (qui vi raccontiamo tutto): la possibile mancanza di neve per coprire una pista, la “Superstar”, che arriva a quota 750m sul livello del mare. In quel periodo dell’anno solitamente nel New England la coltre bianca non è ancora giunta in maniera copiosa e abbondante.

USA – Ma gli organizzatori hanno fatto le cose in grande per il ritorno della Coppa del Mondo nel nord-est del Paese dopo 25 anni: la località è una delle più attrezzate al mondo in fatto di innevamento artificiale anche a temperature non troppo basse. Tant’è vero che i 240 cannoni presenti nel resort sono già entrati in funzione da qualche giorno, come si può notare anche sul sito ufficiale e come riporta Racing Ski.

CADUTA SENZA CONSEGUENZE – Tanta paura, per nulla. Per fortuna. La slalomista svedese Maria Pietilae-Holmner è caduta con la mountain bike durante una sessione di allenamento sbattendo poi violentemente sul terreno. Escoriazioni, denti scheggiati, ma nulla di rotto e nessuna conseguenza grave per la campionessa, 3 vittorie e 10 podi in Coppa del Mondo più 2 medaglie iridate (cinque contando i Team Event) in carriera. A Sölden, come riporta il sito ufficiale della tv pubblica svedese SVT.SE, sarà regolarmente in gara.

Articolo precedenteLIVE – Il Coni esalta la FISI. Mornati: «Siete un modello virtuoso»
Articolo successivoMondiali St. Moritz 2017, i criteri di qualificazione
Gianmario Bonzi
REDATTORE - Milanese, 39 anni, laureato in Lingue, sposato con Laura e papà di Giulia, appassionato di tanti (troppi) sport da sempre, amante delle discipline americane, è transitato attraverso esperienze nei quotidiani (Il Giorno, per il quale scrive ancora, Tuttosport, freepress), in Radio (Radio 24, AGR), Internet (Leonardo) e dal 2009 ha trovato la sua dimensione come telecronista di diverse discipline (sci, nuoto, tuffi, scherma, pallavolo, pallanuoto ecc.) su Eurosport Italia. Ma continua ad amare anche la scrittura alla follia e dall'aprile 2014 collabora con Race ski magazine